13 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Maggio 2021 alle 18:30:05

Cronaca News

Cisl Fp, Massimo Ferri nuovo segretario

foto di Massimo Ferri
Massimo Ferri

Massimo Ferri, 63 anni, coordinatore nazionale Cisl Funzione Pubblica (Fp) Difesa, è stato eletto segretario generale della Cisl Fp Taranto Brindisi dal Consiglio territoriale riunito mercoledì in videoconferenza, presieduto dal predecessore Aldo Gemma recentemente eletto al vertice della Cisl Fp di Puglia. Hanno presenziato Francesco Solazzo, segretario generale Cisl Taranto Brindisi e Angelo Marinelli, segretario nazionale della federazione che ha concluso i lavori.

«L’emergenza sanitaria ha fatto cadere un velo ed il Paese si è accorto che i dipendenti pubblici sono pochi, che il personale sanitario non è sufficiente e che è il Mezzogiorno a pagare il costo maggiore dalla crisi – ha dichiarato Massimo Ferri (nella foto), tra l’altro richiamando i contenuti del – Patto per l’innovazione del lavoro pubblico e la coesione sociale, firmato con il Governo, come strumento per superare le disparità storiche attraverso un massiccio investimento in risorse umane». La condizione di «sottosviluppo delle regioni del Mezzogiorno – ha proseguito il neo-segretario generale – non è inevitabile ma ha cause precise che possono essere rimosse, a partire dal superamento del principio della spesa storica con cui lo stato finanzia in maniera diseguale gli Enti locali, dando di meno a chi ha già poco e di più a chi ha già tanto. La divaricazione si è poi acuita con la mancata applicazione dei Livelli Essenziali delle Prestazioni, pur resi obbligatori da una legge di 12 anni fa».

E’ con il Recovery Plan che si gioca il destino del Paese, ha concluso Ferri «ed è necessario pretendere che le risorse del Piano di rilancio siano distribuite con i criteri e le finalità stabilite dall’Unione Europea cioè popolazione, reddito pro-capite e tasso di disoccupazione, criteri che impongono di destinare il 70% delle risorse al Mezzogiorno e che non devono essere distratte altrove». Per Francesco Solazzo «la progettualità e la capacità di spesa delle tante risorse che l’Europa sta mettendo a disposizione dell’Italia, ed in particolar modo del nostro Sud necessitano di una pubblica amministrazione efficiente ed efficace». L’emergenza pandemica, inoltre, ha aggiunto Solazzo ha fatto «emergere tante fragilità economiche e sociali ma anche l’importanza del ruolo di operatrici ed operatori che con spirito di sacrificio stanno reggendo un sistema sanitario che a livello di Taranto Brindisi è da ridisegnare». Il segretario nazionale Angelo Marinelli ha, conclusivamente, sottolineato come «la presenza del sindacato tra i lavoratori si conferma valore imprescindibile della nostra democrazia e la tutela del lavoro cosi come la contrattazione collettiva si avvalorano sempre di più come un bene necessario. La nostra azione di sindacato è costantemente caratterizzata dal confronto e dall’analisi, che ne qualifica e ne legittima l’esistenza al servizio della classe lavoratrice. Il Patto per l’innovazione del lavoro pubblico rafforzerà e rilancerà il ruolo dell’amministrazione pubblica nello sviluppo del Paese». Su proposta del segretario generale Massimo Ferri, il consiglio territoriale ha eletto Giuseppe Lacorte segretario generale aggiunto e Silvana Francese componente di segreteria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche