14 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Maggio 2021 alle 08:15:36

Cultura News

Concorso di latino, studentessa tarantina nella top ten italiana

La sede del liceo Aristosseno
La sede del liceo Aristosseno

Il Liceo Classico Aristosseno è risultato nella “top ten” dei licei italiani al Certamen Praemium Acerranum 2021, cui hanno partecipato ben 37 scuole di tutta Italia. L’alunna Sara Regina Massaro della IV I (corso classico) dell’Aristosseno, alunna della professoressa di Latino e Italiano Mina Schirinzi, è risultata fra i primi dieci alunni partecipanti al Certamen e quindi degna della menzione di merito di questo prestigioso concorso promosso dal Liceo “Alfonso M. de’ Liguori di Acerra, la bella e antichissima città della provincia di Napoli. Ad aver partecipato al Certamen sono stati altri due studenti della IV I dell’Aristosseno: Loris Siciliano ed Elena Pisarra.

Un altro successo, dunque, ben meritato per l’Aristosseno: gli studenti della IV I hanno iniziato a febbraio la preparazione per affrontare l’impegnativo Certamen con la loro professoressa Mina Schirinzi che ha tenuto una serie di “lectiones” pomeridiane riguardanti un’attenta e meticolosa analisi delle “Georgiche” di Virgilio. Il testo assegnato ai concorrenti nel giorno della gara, infatti, è stato un passo delle “Georgiche”, tratto dal secondo libro, che i concorrenti hanno dovuto analizzare dal punto di vista stilistico, retorico e lessicale, commentando infine le tematiche affrontate nel brano. La premiazione si è svolta in diretta streaming. Gli studenti della IV I, accompagnati virtualmente dal professore di Greco, Giovanni Schinaia, hanno ascoltato una “lectio magistralis” del professor Crescenzio Formicola; subito dopo sono seguite le premiazioni. “Siamo felici- hanno dichiarato gli studenti della IV I- di essere stati l’unica scuola di Taranto fra le partecipanti ad essere rientrati nella classifica dei primi dieci in tutta Italia, assumendo più consapevolezza del nostro potenziale e riuscendo a confrontarci al meglio con questa nuova esperienza, nonostante si sia tenuta in maniera diversa rispetto agli anni precedenti a causa di questa situazione di emergenza. Nel complesso è stata per noi una preziosa opportunità per metterci in gioco senza avere alcuna pretesa, essendo stati già premiati dall’essere scelti per concorrere. A tal proposito ringraziamo il nostro Preside, il professor Salvatore Marzo, per aver permesso questa esperienza altamente formativa ed educativa.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche