27 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Novembre 2021 alle 22:54:00

News Politica

Il Movimento Giovanile della Sinistra sbarca nella provincia jonica

foto di Oscar La Gioia
Oscar La Gioia

Ecologia, diritti civili, istruzione ma soprattutto politiche giovanili. Sono questi i cardini attorno ai quali ruota il programma del Movimento Giovanile della Sinistra. Ora la componente è pronta a fare il suo esordio nel panorama politico della provincia jonica. A guidarlo sarà il segretario provinciale Oscar La Gioia. A dispetto della giovane età, tutt’altro che un neofita della politica. «Abbiamo deciso di scendere in campo quando ci siamo accorti del senso di smarrimento che pervade i giovani tarantini – ci spiega – è proprio a loro che ci rivolgiamo per provare, insieme, a segnare una svolta. Dobbiamo essere protagonisti della nostra vita, occupandoci del presente per preparare al meglio il nostro futuro».

Nei prossimi giorni, l’articolata proposta del Movimento Giovanile della Sinistra approderà sui social network per essere sottoposta all’attenzione delle giovani leve tarantine. «Tratteremo tematiche care alla sinistra: ecologia, istruzione e diritti civili – annuncia Annachiara Serio, una militante grottagliese – In questo momento storico abbiamo la necessità di rivendicare quelle che sono le nostre priorità. Penso ad esempio ad una università libera ed accessibile a tutti. I diritti civili, come detto in precedenza, sono per noi di fondamentale importanza. Bisogna sostenere e difendere chi, per retaggi culturali appartenenti ad un’altra epoca, viene giudicato “diverso”. Proprio come la ragazza toscana che qualche settimana fa è stata cacciata di casa dai suoi genitori. La sua unica colpa? Essere lesbica».

Nei giorni scorsi la base tarantina del Movimento Giovanile della Sinistra ha avuto modo di confrontarsi con il segretario nazionale Carlo Rutigliano. Ora l’attenzione si sposta sul territorio. «C’è tanto da lavorare ma questo non ci spaventa. Siamo consapevoli che c’è un forte malcontento tra i giovani – osserva La Gioia – i partiti che nel corso degli ultimi anni si sono affacciati sulla scena politica hanno puntato unicamente sul sensazionalismo con l’obiettivo di fare incetta di voti. Anche per questo la nostra proposta cercherà di colmare le loro lacune. Siamo aperti al dialogo ed al confronto con le realtà associative della provincia. I ragazzi che decideranno di aderire al progetto potranno contribuire alla rinascita culturale del nostro territorio». A differenza di quanto si possa immaginare, il programma di Mgs non guarderà unicamente ai prossimi appuntamenti elettorali. «La vita politica vissuta negli ultimi cinque, sei anni ha disilluso e allontanato i giovani. Al di là degli appuntamenti elettorali, a cui vogliamo partecipare, il nostro progetto deve guardare oltre. Noi non abbiamo alcuna intenzione di speculare con una squallida caccia al voto. Anzi, al contrario, noi vogliamo opporci a questo sistema – evidenzia il segretario provinciale – è il momento di trasferire la nostra voglia ed il nostro entusiasmo ai giovani tarantini. A loro rivolgiamo l’appello ad aderire al progetto del Movimento Giovanile della Sinistra».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche