14 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Maggio 2021 alle 14:54:24

Cronaca News

Regionale 8, inviate le integrazioni. Passo avanti nel complesso iter burocratico

foto di Regionale 8
Regionale 8

L’Amministrazione Provinciale di Taranto prova a premere sull’acceleratore e consegna, con un anticipo di due mesi rispetto al termine previsto, le integrazioni richieste dalla Sezione Autorizzazioni della Regione Puglia, per l’ottenimento del Provvedimento Autorizzativo Unico Regionale per il progetto di realizzazione della Strada litoranea interna da Talsano ad Avetrana, la “celebre” Regionale 8. Si tratta di un passo avanti decisivo nel lungo e complesso percorso burocratico, propedeutico alla cantierizzazione di un’opera attesa da oltre trent’anni dal territorio ionico e che solo negli ultimi due anni ha goduto di un vistoso cambio di passo, grazie all’impulso dato dal Presidente Gugliotti, che ha posto la realizzazione della Regionale 8 come priorità del governo provinciale. Su indirizzo del Presidente, gli uffici tecnici hanno redatto un progetto adeguato non solo alle risorse effettivamente disponibili (circa 194 milioni di euro), ma soprattutto in grado di rispettare tutte le prescrizioni e le osservazioni della complessa procedura di valutazione d’incidenza ambientale. Il Settore Viabilità dell’Ente di via Anfiteatro, con la nota 13747 del 26/04/2021, ha infatti trasmesso alla Regione Puglia il corposo fascicolo delle integrazioni. Si tratta di circa 300 elaborati tecnici, che compongono il consistente progetto definitivo per la realizzazione della strada destinata ad essere il volano dello sviluppo del versante orientale della Terra Ionica. Con la consegna delle integrazioni, la Provincia di Taranto ora attende il parere della Regione Puglia, che è chiamata ad esprimersi entro 90 giorni, ultimo e definitivo passaggio dell’articolato iter burocratico, per poter pubblicare la gara di appalto e affidare i lavori entro la fine del 2021. «Oggi è una giornata storica – commenta il presidente Giovanni Gugliotti – per la prima volta nella lunga storia della Regionale 8, la Provincia di Taranto ha completato tutti i passaggi tecnici di sua competenza. Ora attendiamo che la Regione Puglia possa esprimersi sul rilascio dei pareri ambientali.

Per agevolare tale lavoro, mercoledì 28 aprile prossimo, abbiamo già concordato con l’Assessore regionale Anna Grazia Maraschio un incontro per illustrare il rilevante lavoro svolto dalla Provincia e per provare a bruciare, quanto più possibile, i tempi. Sempre in Regione, – conclude Gugliotti -, approfondiremo anche il tema della copertura finanziaria per la realizzazione dell’intera tratta, in un unico lotto da Talsano ad Avetrana, come già manifestato da tutti i rappresentanti istituzionali di Terra Ionica, senza alcuna distinzione di campanile e di colore politico. Sarebbe davvero una beffa per il territorio tarantino che, a pochi passi dal traguardo e dopo tanti anni di immobilismo, vengano utilizzate diversamente le risorse assegnate a questa opera». «La Provincia di Taranto ha trasmesso alla Direzione Ambiente della Regione Puglia, l’ampio fascicolo riguardante la Strada Regionale 8. Si tratta degli elaborati e della relazione tecnica in cui vengono recepite le osservazioni al progetto formulate dalla Regione» nota Vincenzo Di Gregorio, consigliere regionale del Pd. «A settembre del 2020 – ricorda Di Gregorio – il progetto ha subito l’ennesimo e brusco stop a causa della decisione della Regione Puglia di destinare i fondi per la realizzazione del terzo lotto alle imprese colpite dalla pandemia. Taranto, come sempre, ha fatto la sua parte – sottolinea il consigliere regionale – ora, però, è giunto il momento di riprendere il discorso interrotto completando l’iter autorizzativo del progetto e rifinanziandolo con nuove risorse economiche. La comunità ionica chiede tempi rapidi e finanziamenti certi». L’esponente del Pd sottolinea che «su questo obiettivo si è realizzata una totale convergenza delle forze politiche, economiche, sociali e delle istituzioni ioniche che non può essere ignorata, né tradita. Per questo auspico che le strutture regionali preposte all’esame della documentazione inviata dalla Provincia di Taranto, concludano rapidamente l’istruttoria. Ora, non ci sono più alibi». Massimiliano Stellato ha richiesto un’audizione urgente in Regione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche