26 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Ottobre 2021 alle 22:44:00

News Sport Volley

La Prisma Taranto scrive la storia: raggiunta la finale dei playof

foto di La Prisma Taranto Volley
La Prisma Taranto Volley

La Prisma Taranto conquista una storica finale playoff. Al PalaMazzola, la squadra di coach Di Pinto si aggiudica per 3-0 la gara-3 delle semifinali (28-26, 25-16, 25-18) contro la Bam Acqua San Bernardo Cuneo, conquistando il pass per il prossimo turno, dove attenderà la vincente tra la Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia e l’Emma Villas Aubay Siena.

Coach Di Pinto opera un cambiamento rispetto al match di domenica scorsa. Taranto parte con Coscione in cabina di regia, Padura Diaz opposto, Parodi e Fiore schiacciatori, AllettiDi Martino centrali con Goi libero. Coach Serniotti deve fare a meno di Galaverna. Cuneo risponde con Pistolesi in regia, opposto Wagner, centrali Codarin e Bonola, in banda Tiozzo e Preti, libero Catania. La tensione e l’importanza della partita si avverte sin dalle prime giocate dell’incontro: entrambe le squadre sono fallose in battuta. Taranto riesce a essere più continua in fase offensiva (11-9), Cuneo ribalta portandosi sul 12-13 con Di Pinto che chiama timeout.

Al rientro sul taraflex, la Prisma è più aggressiva: break di 6-2 che proietta Taranto sul 18-15 e obbliga Serniotti alla sospensione. Ancora gli ionici, con una grande difesa e il contrattacco, aumentano il gap: 21-15 e nuovo interruzione per gli ospiti. Cuneo non si disunisce, approfitta di alcuni errori della Prisma e si riporta sul 23-21: coach Di Pinto si gioca il secondo timeout. Parodi porta sul 24-21 i rossoblù, Cuneo annulla tre set point e porta il set ai vantaggi: Taranto chiude il set sul 28-26 grazie all’errore in attacco di Wagner. La Prisma Taranto parte bene anche nel secondo set (3- 1) prima di subire il sorpasso di Cuneo (6-7). Partita equilibrata: Parodi riporta avanti la squadra pugliese, poi due ace di Fiore obbligano Serniotti alla sospensione (11-8). Cresce la fase difensiva degli uomini di coach Di Pinto che allunga, col primo tempo di Alletti, portandosi sul +6 (16-10). Cuneo prova a reagire ma Taranto piazza un nuovo break portandosi sul 21-14. Serniotti prova a cambiare le carte in tavola ma ci pensa Alletti a mettere a terra il punto del 25-16.

Avvio sprint di Taranto anche nel terzo parziale: 4-0 e timeout di Serniotti. Cuneo, con orgoglio, dimezza lo svantaggio (4-2) ma gli ionici, in fase offensiva, iniziano a essere più determinanti (13-8). Wagner e Preti mantengono vive le speranze dei piemontesi (13-10) con Di Pinto che, in maniera preventiva, chiede il timeout. Entra Gironi al posto di Parodi: con un suo ace, Taranto piazza il +7 (18-11). Cuneo si riavvicina, piazzando tre punti di fila. Gli ionici, però, non si disuniscono e con lo stesso Gironi conquistano ben 7 palle match: alla seconda occasione, Alletti chiude i conti sul 25-18, firmando il punto che permette alla Prisma Taranto di conquistare la finale playoff. In finale, la squadra di coach Di Pinto dovrà vedersela con la vincente tra la Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia e l’Emma Villas Aubay Siena: i lombardi, al momento, sono in vantaggio per 2-1 nella serie: gara 4 in programma domani. In serie C suonano la nona sinfonia i giocatori del Volley Club Grottaglie, in casa della P2M En&Gas Potenza arriva la nona vittoria consecutiva, a scapito degli insidiosi padroni di casa, per 0-3 (18-25; 20-25; 17-25). Non cambia lo spartito, anche se cambiano gli interpreti.

Emergenza assoluta per Azzaro e Giosa, costretti a rimaneggiare pesantemente lo starting six. Out Cernic per un lieve problema alla spalla, oltre a Manigrasso (problemi intestinali), Fornaro e il lungodegente Vinci, lo stesso Giosa si è inventato opposto con Solazzo in cabina di regia, Amato spostato in banda con Strada, De Sarlo libero e l’esordiente Carlucci al centro insieme a L’Abbate. Primo set a senso unico, con i granata che dopo essere partiti con un parziale di 1-5, hanno subito il rientro del Potenza e il sorpasso sul 7-6. Il tira e molla continua sino al 13-15, quando coach Miglionico ha deciso di fermare la partita. Al rientro, però, il Volley Club trova ritmo e maggiore precisione, inanellando un parziale di 5-10 che ha fissato il punteggio al definitivo 18-25. Secondo set estremamente più combattuto, inizio ottimo dei lucani, che si portano sull’8-6, costringendo Coach Azzaro a fermare la gara. La reazione granata però tarda ad arrivare, con i padroni di casa che scappano sul più quattro con il punteggio di 11-7.

Azzaro allora cambia, inserendo Argentino per Solazzo, riuscendo a ribaltare l’inerzia del set rimontando dal 14-10, sino ad impattare la gara sul 18 pari. Da lì in poi si scatenano i granata che chiudono il set con margine, riuscendo a portarsi a casa il secondo gioco. Terzo set invece completamente di marca granata con il Potenza molto più remissivo e mai in partita. “Era una gara molto complessa” commenta il coach Pasquale Azzaro – “Abbiamo davvero dato tutto e ci siamo portati a casa un risultato meritato. Sono contento per quanto fatto sino ad ora da tutto il gruppo, con i numerosi cambi che hanno testimoniato la bontà della rosa e la professionalità di tutti i ragazzi, dai più giovani ai campioni affermati. Sappiamo tutti che non abbiamo ancora fatto nulla, sabato bisognerà fare risultato per essere teste di serie e l’Altamura sarà avversario insidioso. Adesso tutti noi ci concentreremo al massimo sulla seconda fase della stagione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche