09 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 09 Maggio 2021 alle 18:23:49

Cronaca News

Energia: Eni e aziende, patto per la transizione

foto di La raffineria Eni di Taranto (foto d’archivio)
La raffineria Eni di Taranto (foto d’archivio)

Avviare un percorso per la transizione energetica del quale siano protagoniste le aziende fornitrici. È l’iniziativa “Open-es” presentata dall’Eni agli industriali della provincia jonica. Il direttore della raffineria Eni di Taranto, Marcello Tarantino, e il responsabile associazioni territoriali confindustriali e supporto relazioni Confindustria, Giuseppe Maiellare, hanno presentato a Confindustria Taranto, in un dibattito in videoconferenza, “Open-es”.

Si tratta di una piattaforma interattiva aperta alle aziende “per dialogare e sviluppare i temi della sostenibilità, cogliere nuove opportunità di business e di creazione di valore, focalizzare i punti di forza dell’impresa e gli eventuali gap, quindi scambiare know how e lavorare sulle criticità”. La presentazione di “Open-es” è avvenuta nell’ambito del programma “Just, un’opportunità di trasformazione per essere protagonisti della transizione energetica”. Just, sigla di Join Us in a Sustainable Transition, è una “iniziativa rivolta proprio alle aziende fornitrici”, spiega Confindustria Taranto. L’obiettivo dell’Eni è quello di coinvolgere “tutte le imprese che vogliono essere parte attiva del percorso di trasformazione dell’industria energetica e di crescita comune sui valori di sostenibilità attraverso un approccio integrato che coniughi tutela ambientale, crescita sociale e sviluppo economico”.

I rappresentanti Eni, evidenzia Confindustria Taranto, hanno spiegato che “l’obiettivo che tutti (imprese, contrattisti, istituzioni e territorio) sono chiamati a raggiungere è quello di un futuro più sostenibile, che il momento attuale mette in pole position proprio attraverso il tema della transizione energetica, dibattuto a tutti i livelli”. “Da qui – continua Confindustria Taranto – l’assunzione di Eni di un impegno comune con le proprie aziende fornitrici, piccole medie e grandi, per far sì che acquisiscano competenze in sostenibilità, anche grazie allo scambio di esperienze con “l’impresa dell’energia” per eccellenza”. “Molteplici – afferma ancora Confindustria Taranto – gli aspetti affrontati nel corso dell’incontro, fra cui la collaborazione con Eni: dall’autocandidatura alla qualifica, all’assegnazione dei contratti tramite procedimenti di gara, oltre che la valorizzazione degli aspetti tecnico-operativi e HSE (Salute, sicurezza e ambiente), sempre più incentrati sull’impegno concreto rispetto ai temi ambientali, sociali ed economici”. Per Confindustria Taranto sono intervenuti, fra gli altri, Pietro Vito Chirulli, legale rappresentante di Confindustria Taranto, e Antonio Lenoci, presidente della Sezione metalmeccanica e navalmeccanica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche