23 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Giugno 2021 alle 11:00:13

foto di La scherma tarantina torna in pedana
La scherma tarantina torna in pedana

Nuovo impegno concluso con l’ennesima conferma di successo quello che ha affrontato il Club Scherma Taranto rappresentato da ben otto atleti durante la prova di qualificazione di spada valevole per la conquista dei pass disponibili per l’importante Campionato Nazionale Assoluti. Convocati dal Tecnico di Sala Camilo Bory Barrientos a scendere in pedana per difendere i colori della società jonica sono stati Jasmine Amidei, Sofia Amidei, Laura Lotti, Federico Rodia, Antonio Salatino, Vincenzo Santilio, William Venza e Michele Zonno. Una nutrita compagine di schermidori tarantini, impegnati nella categoria Assoluti che è la massima categoria nella disciplina schermistica.

Principale obiettivo da raggiungere era la conquista dei pass di qualificazione, solo 4 per gli uomini e appena 3 per le donne, davvero esigui proporzionato al numero e al livello dei partecipanti, pertanto gli atleti jonici hanno affrontato con determinazione la competizione decisi a raggiungere il traguardo prefissato. Su tutti per la spada maschile spicca la prestazione di Federico Rodia, il quale al termine della fase dei gironi di qualificazione prosegue vittoriosamente la sua corsa fino alla conquista dei quarti di finale che gli garantiva matematicamente la conquista del pass, tra l’altro in un derby tarantino con William Venza, riesce ad accedere in semifinale con Lawrence Ferrandina (Club Scherma Bari) disputata da entrambi con grande intensità ma che ha visto superiore ancora Rodia. Infine affronta una sofferta finale con Matteo Di Coste (Lame Azzurre Brindisi) durante la quale vi è stato un continuo testa a testa denotando grande equilibrio di preparazione, ma rimane l’amarezza di una perdita di concentrazione da parte di Rodia che ad un passo dalla vittoria ha ceduto il gradino più alto del podio all’avversario. Medaglia d’argento anche per Laura Lotti conquistata al termine di un nuovo derby tarantino con Jasmine Amidei in semifinale.

Un assalto sofferto e sentito che garantiva la qualificazione alla fase Nazionale e che ha visto vincitrice Laura Lotti con il punteggio di 15/13. La Amidei, Medaglia di Bronzo, affronta con determinazione l’assalto dello spareggio con Lucrezia Orlando (Virtus Scherma Salento) dal quale ne uscirà vittoriosa e quindi qualificata. Bilancio comunque positivo per una gara che si preannunciava dif ficile e con obiettivi ambiziosi ma che ha come sempre confermato la preparazione tecnica degli atleti tarantini che hanno conquistato ben 3 pass su 7. Ma ancor più positivo è il risultato perché arriva in questo periodo molto difficile e duro che ha sicuramente condizionato la preparazione dei ragazzi, che invece si sono fatti trovare pronti e agguerriti alla ripresa delle competizioni, dimostrando ancora una volta l’eccellenza della scherma tarantina.

Dopo un anno di sospensione dell’attività agonistica per emergenza Covid finalmente lo scorso fine settimana, la scherma pugliese ha potuto incrociare nuovamente le lame e riprendere a gareggiare. Il primo appuntamento si è svolto a Bari presso il Pala Martino dove, il 24 e 25 aprile, si è disputata la prova di qualificazione regionale, categoria Cadetti e Giovani, valevole per il Campionato Italiano. Un rigidissimo protocollo studiato dagli addetti ai lavori della Federazione Italiana Scherma per prevenire contagi non ha lasciato molto spazio di movimento. È stata infatti creata una bolla per atleti, tecnici e arbitri. Tutti hanno dovuto sottoporsi a tampone pregara non oltre le 48 ore dall’inizio della competizione e hanno dovuto seguire una serie di prescrizioni dal riscaldamento alla premiazione finale. A rappresentare i colori della nostra città sono stati Federico Rodia (cat. Giovani) atleta leccese ma tesserato per il club tarantino, Jasmine Amidei e Sofia Amidei (cat. Cadette) con una prestazione eccezionale che ha riportato il Club Scherma Taranto a mietere i successi a cui è abituato. In modo particolare è da sottolineare l’impresa di Rodia e Jasmine Amidei i quali, nelle rispettive categorie, hanno inanellato una vittoria dopo l’altra mettendo in pratica i preziosi consigli che il maestro Camilo Bory Barrientos dispensa sia in gara che in allenamento.

Entrambi gli schermidori della società jonica hanno regalato ai propri sostenitori una finale densa di emozioni e soddisfazioni conquistando il vertice del podio. Federico Rodia ha battuto per 15/7 Lawrence Ferrandina (Club Scherma Bari) mentre Jasmine Amidei ha superato Lucrezia Orlando (Virtus Scherma Salento) con il punteggio 15/14 conquistando entrambi anche la qualificazione al Campionato Italiano. Oltre a questo notevole risultato c’è da sottolineare anche la Medaglia di Bronzo e la conquista della qualificazione per Riccione anche di Sofia Amidei al suo esordio nella categoria cadette, che ha saputo tenere testa ad atlete più grandi. Molto soddisfatta ed orgogliosa si dichiara la presidente del Club Scherma Taranto Antonella Putignano perché “questo rappresenta il giusto risultato di intense ore di lavoro in allenamento svolte con grande impegno ed umiltà. I ragazzi attendevano con trepidazione la ripresa delle competizioni per poter tornare a mettersi alla prova dopo questo difficile anno che ha condizionato ogni loro attività, ma che li ha visti sempre allenarsi con grande determinazione. Inoltre questo è un successo che porta lustro alla città di Taranto ed è un messaggio importante che si vuole trasmettere: Il Club Scherma Taranto ormai è una realtà consolidata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche