17 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Giugno 2021 alle 07:03:25

News Provincia di Taranto

«Consorzi e tributo 630, sospendere le cartelle»

foto di Consorzi di bonifica
Consorzi di bonifica

BARI – “In questi giorni numerosi agricoltori pugliesi stanno ricevendo le cartelle di pagamento del ‘tributo 630’ per gli anni che vanno dal 2017 al 2019. Un tributo a carico di tutti i proprietari di immobili rientranti nel comprensorio di bonifica e che, in sostanza, dovrebbe servire ad assicurare la manutenzione ordinaria della rete scolante consortile attraverso delle opere di difesa idraulica. Purtroppo, di queste attività, così come hanno anche denunciato le organizzazioni di categoria del mondo agricolo, spesso non c’è traccia o prova dell’esecuzione. Non c’è, quindi, una effettiva erogazione del servizio e spesso vengono riscontrati malfunzionamenti in merito alle attività di bonifica”. Questo è quanto dichiara il Gruppo Consiliare della Lega Puglia composto dai consiglieri Davide Bellomo, Giacomo Conserva, Gianni De Blasi e Joseph Splendido.

“I consorzi – proseguono i consiglieri regionali – chiedono il pagamento di contributi a fronte di servizi senza nessuna utilità per gli agricoltori. Un tributo che, a questo punto, risulta irrazionale e infondato. Questa tesi, tra l’altro, è stata accolta da parte di Commissioni tributarie e da sentenze della Cassazione generando una incertezza sul fondamento del tributo. La stessa Corte Costituzionale ha sancito come ‘non possa esserci tributo di bonifica senza beneficio per l’utente’. Crediamo che sia arrivato il momento di fare chiarezza su questa vicenda ed evitare che gli agricoltori pugliesi vengano inseguiti da intimazioni di pagamento e procedure esecutive come fermi amministrativi e atti di pignoramento, soprattutto in questo momento di difficoltà economica a causa di ingenti perdite e calo del fatturato per via dell’emergenza sanitaria Covid-19”. “Attraverso questa mozione – di cui il consigliere regionale Giacomo Conserva è primo firmatario – chiediamo al presidente Emiliano e all’assessore all’Agricoltura Pentassuglia di convocare subito un tavolo urgente con le Organizzazioni di categoria delle filiere agricole per chiarire e definire la situazione, anche alla luce di una riforma degli enti, e procedere a rimodulare i piani di classifica e le attività di bonifica dei Consorzi. Inoltre-conclude la Lega Pugliachiediamo con forza di provvedere alla sospensione delle cartelle, interrompendo i termini delle procedure amministrative di notifica degli avvisi oltreché degli atti ingiuntivi nei confronti dei consorziati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche