23 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Giugno 2021 alle 20:01:57

Cronaca News

Ex Ilva, rifiutò la “comandata”: confermato il licenziamento


L'ex Ilva di Taranto

Confermato il licenziamento per un dipendente dell’ex Ilva che aveva rifiutato di far parte della comandata in fabbrica. Si tratta delle squadre addette alla salvaguardia impianti in caso di scioperi. La corte d’appello di Lecce, sezione distaccata di Taranto, sezione lavoro e previdenza, ha respinto il ricorso del dipendente ex Ilva contro il suo licenziamento deciso dall’azienda.

La Corte d’Appello ha confermato il provvedimento dei giudici di primo grado, che avevano già respinto il ricorso contro il licenziamento presentato dal legale del lavoratore, Il licenziamento è stato disposto “per giusta causa”, in quanto il dipendente, a luglio 2019, si era rifiutato di prestare la propria opera come addetto al pronto intervento di manutenzione meccanica dell’area ghisa dello stabilimento di Taranto. Questo nonostante l’uomo, delegato sindacale Usb, fosse stato inserito nell’elenco del personale di comandata. In prima istanza, i giudici avevano dichiarato che non sussisteva alcun profilo di nullità del licenziamento dell’operaio, perché la lista del personale di comandata era stata comunicata in anticipo e lo stesso dipendente era a conoscenza del suo inserimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche