16 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Giugno 2021 alle 18:41:07

foto di Bandiera Blu
Bandiera Blu

È ufficiale. La Bandiera Blu continua a sventolare a Ginosa, Castellaneta e Maruggio. La Puglia ne ottiene 17 ed è la terza in Italia. L’ambìto riconoscimento viene assegnato ogni anno alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio. Viene assegnato sulla base di criteri “imperativi e guida” fra cui oltre mare risultato “eccellente” negli ultimi quattro anni, anche efficienza della depurazione delle acque reflue e della rete fognaria, raccolta differenziata, vaste aree pedonali, piste ciclabili, arredo urbano curato, aree verdi. Fra i 32 criteri di valutazione per questo “sigillo di qualità” assegnato da una Giuria nazionale di cui fanno parte anche i ministeri della Transizione ecologica, delle Politiche agricole e del Turismo, ci sono anche strutture alberghiere, servizi d’utilità pubblica sanitaria, informazioni turistiche, segnaletica aggiornata, educazione ambientale “Per Ginosa è frutto di un lavoro della durata di un anno per il rispetto di tutti i criteri e gli adempimenti sempre più stringenti in merito agli standard non solo ambientali- ha dichiarato il sindaco di Ginosa, Vito Parisi- sentiamoci ancora più orgogliosi di essere abitanti di questo splendido territorio – dichiara il Sindaco di Ginosa Vito Parisi – Marina di Ginosa è ancora una volta Bandiera Blu ed è tra le 201 località balneari in tutta Italia premiate. Questo è il vessillo numero 23.

Un grande obiettivo raggiunto, mai scontato, specialmente durante un periodo difficilissimo come quello che stiamo vivendo legato alla gestione della pandemia. Il drappo FEE appartiene alla comunità, a ciascuno di noi, ed è sempre bello quando ce ne vantiamo (giustamente) dicendo “Siamo Bandiera Blu’’. La comunicazione è arrivatadurante un apposito evento online organizzato dalla FEE (Foundation for Environmental Education) a cui ho preso parte assieme alle funzionarie dell’Ufficio Ambiente, che ringrazio per aver seguito l’intero iter.

Qualità delle acque, educazione ambientale ed informazione, gestione ambientale, servizi e sicurezza: questi sono i criteri di valutazione della FEE che il Comune di Ginosa ha soddisfatto attraverso specifici adempimenti che partono dall’attenzione al tema della sostenibilità sino a quello della raccolta differenziata, che ha raggiunto ottime percentuali e su cui si può ancora migliorare. Ma per quanto mi riguarda, quest’anno la Bandiera Blu è dedicata all’impegno della quasi totalità degli attuali concessionari nell’eliminare le criticità che incidevano sul paesaggio e sulla bellezza della nostra spiaggia.- ha proseguoto Parisi- è stato un segnale fortissimo che, come Sindaco, non posso che apprezzare. Motivo per cui, difenderemo con tutte le nostre forze il ricorso fatto dall’AGCM riguardante il rinnovo delle concessioni demaniali. L’Amministrazione è stata chiamata a fare delle scelte e lo ha fatto stabilendo delle condizioni in grado di tutelare tutti, pubblico e privato, tracciando un solco lungo il quale potrà avvenire lo sviluppo economico, culturale ed ecologico nel nostro territorio.Gli adeguamenti effettuati hanno permesso di rilasciare le proroghe delle concessioni.

Continueremo ad impegnarci per la tutela e lo sviluppo della bellezza, ma quest’anno la Bandiera Blu rappresenta qualcosa in più. E le nuove concessioni saranno incardinate in questo nuovo ordine. Rincresce constatare che solo pochi concessionari non hanno deciso di seguire questo percorso, iniziato due anni fa, basato sul rispetto delle norme, che sta dando i suoi frutti e che ha permesso i rinnovi. La Bandiera Blu aumenta l’appetibilità turistica di una località balneare. Una appetibilità, appunto, che è destinata a essere sempre più alta grazie a molteplici progetti su cui stiamo lavorando, destinati a modificare letteralmente l’immagine di Marina di Ginosa. In primis, la riqualificazione del lungomare, che porterà ad avere una fruizione degli spazi da parte delle persone mai vista prima”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche