16 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Giugno 2021 alle 18:41:07

Cronaca News

«Talsano-Lama-S. Vito, più attenzione al territorio»

foto di Una veduta di piazza della Vittoria a Talsano
Una veduta di piazza della Vittoria a Talsano

«Le tre terre “Talsano-LamaSan Vito” rappresentano un pezzo importante della città di Taranto. Un terzo della popolazione tarantina è infatti insediata in questo territorio, ciò malgrado sono davvero tante le criticità sotto l’aspetto ambientale ed infrastrutturale». È quanto affermano dalla Confcommercio di Taranto in riferimento alla riqualificazione e rilancio delle aree urbane. «E’ indubbio che la periferia stia acquisendo sempre più una sua identità e che necessiti delle stesse attenzioni dei quartieri a maggior attrazione commerciale. Tra le priorità: il rifacimento di marciapiedi e strade, il miglioramento dell’illuminazione pubblica, il completamento delle reti fognarie ed idriche tanto più che nel 2019 è stato approvato, come da procedure concordate con l’Acquedotto Pugliese, il progetto definitivo con annesso piano particellare d’esproprio per il completamento della rete idrica e fognaria a servizio del Comune di Taranto (frazione di Talsano), per un importo complessivo di 11 milioni di euro».

«Le numerose attività commerciali di Talsano rivendicano – commenta Stanislao Vitiello, commissario della delegazione Talsano Confcommercio – il diritto di non sentirsi relegate ad un ruolo di serie B, perchè i cittadini ed i commercianti di Talsano pagano le tasse come qualunque tarantino. Voglio evidenziare inoltre che grandi strutture di vendita, e presto un nuovo importante albergo in viale Unità d’Italia, hanno scelto di approdare sul nostro territorio, dunque una motivazione in più per riservargli l’attenzione che merita e per programmare una serie di interventi che migliorino la qualità della vita dei residenti e valorizzino l’offerta commerciale del territorio». Vitiello poi passa in rassegna una serie di «problematiche che investono il quartiere e che richiederebbero politiche urbanistiche e della mobilità ad hoc finalizzate al recupero ed alla valorizzazione di luoghi ed aree pubbliche che potrebbe essere destinate a nuove funzioni». «Nella sostanza Talsano rivendica il suo spazio nella scelte urbanistiche, economiche e sociali intraprese dal Comune di Taranto nel percorso di pianificazione finalizzato a ridisegnare l’ambiente urbano in un’ottica di sviluppo complementare alla grande industria». Di seguito alcune considerazioni emerse nel confronto tra gli operatori associati, ed in merito alle quali la Delegazione Confcommercio attende di poter avviare presto un confronto con l’amministrazione comunale.

«In via Mediterraneo – evidenzia Vitiello – vi sono delle grandi aree che attualmente versano in stato di evidente abbandono e che diversamente potrebbero avere una destinazione a verde, divenendo un polmone green per il quartiere e per la città. Così piazza Manfredi, piazza della Vittoria o Lo Jucco che svolgono un’importante funzione sociale poiché sono luoghi di incontro e di aggregazione, ma che andrebbero riqualificate ed attrezzate con interventi di arredo urbano. Per quanto concerne poi le problematiche della mobilità, abbiamo appreso che è nei programmi che Talsano sia collegata a Paolo VI con la linea blu delle Brt, ma vorremmo meglio comprendere quali sono i percorsi che il Comune intende definire per portare a soluzione la problematica dei parcheggi. E ancora chiediamo di sapere se le piste ciclabili, che ora si fermano in zona Chiapparo, includano nella programmazione dell’Amministrazione anche Talsano, immaginando una rete ciclabile che metta in collegamento tutto il territorio cittadino, per favorire la mobilità alternativa. Infine – conclude Vitiello – vorrei soffermarmi su un altro aspetto di evidente attualità, il turismo crocieristico. L’arrivo delle navi da crociera, per ora un fatto occasionale, diverrà presto un appuntamento con cadenza settimanale. Ebbene chiediamo alla Taranto Cruise Port, aggiudicataria di un contratto di appalto ventennale per la completa gestione della logistica annessa, di essere considerati dal momento in cui vi sono sul nostro territorio numerose masserie e strutture ricettive di livello che riteniamo possano essere incluse negli itinerari di visita. E per concludere un passaggio sulla programmazione in vista dei Giochi del Mediterraneo del 2026 essendo stato inaugurato, nei giorni scorsi, il campo sportivo ‘Renzino Paradiso’, ebbene ci chiediamo se Talsano sarà coinvolta in questo importante appuntamento».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche