20 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Giugno 2021 alle 07:42:14

Cronaca News

Archeologia, belle arti e paesaggio… poesia in Terra Jonica

foto di Una veduta aerea di Taranto
Una veduta aerea di Taranto

Si è tenuto nei giorni scorsi un seminario sul tema “Patrimonio materiale e immateriale. Archeologia, belle arti, paesaggio …poesia in terra jonica”. L’evento, svoltosi in modalità online sul canale youtube Liside Magazine, è nato da una sinergia tra il Comitato Qualità della Vita e l’Istituto Liside di Taranto. Durante il seminario, che ha visto la partecipazione di importanti rappresentanti del mondo della cultura e delle istituzioni, sono state trattate tematiche di rinnovata attenzione e rivalutazione del patrimonio materiale ed immateriale del territorio jonico.

Tematiche che hanno fatto emergere una condivisa volontà ad un impegno comune volto a superare un’arcaica monocoltura dell’acciaio, valorizzando le straordinarie potenzialità storico-culturali ed archeologiche della terra jonica, in un contesto di sviluppo della green economy e della blue economy. Tale intento ha ispirato la programmazione del Seminario di Studi, realizzato con il coordinamento e la moderazione del prof. Carmine Carlucci, presidente del Comitato Qualità della Vita e con il supporto organizzativo e tecnico dell’istituto Liside, che, inevitabilmente, si inserisce nel più vasto scenario teso a coinvolgere i giovani e gli studenti nello sviluppo culturale e socioeconomico della nostra Città e dell’intera provincia jonica.

Sono intervenuti, con i loro preziosi contributi: Barbara Davidde, soprintendente di recentissima nomina alla nuova Soprintendenza Nazionale per il patrimonio culturale subacqueo, istituita a Taranto; l’assessore Annalisa Adamo, in rappresentanza dell’amministrazione comunale di Taranto; il prof. Salvatore Marzo, dirigente scolastico del liceo Aristosseno e dirigente scolastico reggente dell’istituto Liside; Anna Maria La Neve, dirigente del Comitato Qualità della Vita e membro della Commissione Consiliare delle Pari Opportunità del Comune di Taranto; Giorgio Rocco, Docente Ordinario di Storia dell’Architettura antica presso il Politecnico dell’Università di Bari; Roberta Belli, Docente di Archeologia presso il Politecnico dell’Università di Bari; Silvia de Vitis, archeologa e docente presso il Liceo Artistico “Calò”; Aldo Siciliano, Presidente dell’Istituto per la Storia e l’Archeologia della Magna Grecia di Taranto; Bianca Tragni, scrittrice e giornalista; l’Ammiraglio Claudio Confessore, Dirigente del Comitato Qualità della Vita e Silvano Trevisani, giornalista, scrittore e poeta.

Durante l’evento è stato proiettato il video “…e la memoria tornò dal mare” realizzato dagli alunni della classe 5AT dell’istituto Liside, coordinati dalle prof.sse Roberta Villa e Anna Quaranta, accompagnato da un secondo video dal titolo: “Le scuole adottano i monumenti della nostra città” realizzato dagli alunni dell’Istituto Comprensivo San Giovanni Bosco. La scelta della data del 5 maggio non è stata casuale, poiché l’evento si è anche collocato tra le iniziative di partecipazione alla “Maratona Napoleonica”, organizzata a livello nazionale, in occasione della ricorrenza del bicentenario della morte di Napoleone Bonaparte. Il prof. Salvatore Marzo, nel ringraziare il prof. Luigi Adessi, la prof.ssa Francesca Passantino e tutto il personale scolastico dell’Istituto “Liside” per il contributo offerto nella realizzazione del Seminario di Studi, ha evidenziato come “…la costruzione di una filiera formativa capace di coinvolgere il mondo della Scuola, delle Istituzioni, degli Enti e delle Associazioni è un Percorso di Comunità necessario per sostenere quel cambiamento da troppo tempo atteso e che finalmente è stato avviato nella nostra Città. L’Istituzione della nuova Soprintendenza Nazionale per il patrimonio culturale subacqueo con sede a Taranto e la sua fitta programmazione di interventi, che tutti noi sosterremo con passione e determinazione, è un altro prezioso tassello nella realizzazione della nostra Next City, la Città Prossima”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche