16 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Giugno 2021 alle 18:41:07

Cronaca News

«Bene i sostegni da parte del Comune»

foto di Le attività economiche spingono per la ripartenza
Le attività economiche spingono per la ripartenza

Casartigiani “esprime apprezzamento per le risorse investite dall’amministrazione Melucci a sostegno delle imprese messe a dura prova dall’emergenza sanitaria”. È quanto si legge in una nota. «Ringraziamo il sindaco e tutta la giunta comunale per l’impegno. Riuscire a garantire un aiuto economico al tessuto produttivo cittadino è un segnale importantissimo» commenta il segretario provinciale di Casartigiani Stefano Castronuovo. «Le restrizioni rese necessarie per limitare i contagi hanno inferto un colpo durissimo alle imprese che ormai sono sfinite. I ristori del Governo poi, si sono rivelati insufficienti a sanare le gravi perdite economiche.

L’intervento del Comune di Taranto – prosegue Castronuovo – viene quindi accolto con fiducia dalla nostra associazione». Gli incontri promossi da Casartigiani con l’amministrazione, svolti nei mesi scorsi, hanno consentito all’ente comunale di comprendere le criticità delle misure statali e le difficoltà che le imprese vivono da un anno a questa parte ed intervenire con aiuti ad hoc. Sarà importante adesso, a detta dell’associazione, proseguire su questa strada e continuare a lavorare in sinergia per il raggiungimento degli obiettivi sperati. «Apprezziamo gli sforzi e le finalità della giunta, ma siamo in attesa di leggere nel dettaglio i bandi -commenta il segretario provinciale – Ci aspettiamo un incontro tra associazioni di categoria, assessori e dirigenti del Comune per definire insieme i requisiti di accesso ai finanziamenti messi in campo».

Ed aggiunge: «I nostri artigiani, nonostante le restrizioni, hanno continuato a sostenere ingenti spese. Bene quindi l’erogazione di contributi per rimborsarli per i tributi locali versati nel periodo di emergenza, per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale o per adeguarsi alle disposizioni anti-covid». Il pacchetto di misure da quasi 3 milioni di euro per favorire la ripartenza post pandemia, «è sicuramente un’ottima iniziativa. È apprezzabile la volontà dell’amministrazione di venire incontro alle imprese ma è importante che il comune tenga conto, nella stesura dei bandi, delle categorie che non hanno beneficiato di alcun aiuto economico in tutti questi mesi, e ancor di più quelle colpite da provvedimenti comunali, come i titolari degli shop h24», segue Fabrizio Camera, coordinatore della categoria del commercio per mezzo di distributori automatici. A detta dell’associazione, «è auspicabile un confronto per garantire misure efficaci e concrete e contribuire alla sopravvivenza dell’imprenditoria locale. Casartigiani Taranto – conclude Castronuovo – continuerà quindi a farsi portavoce delle istanze delle imprese artigiane affinché vengano previste forme di agevolazioni per superare la crisi».

«Coprifuoco? Mi auguro che già la prossima settimana ci possa essere un allungamento almeno di un’ora o anche di due ore. E credo che il mese di giugno possa essere un mese dove poter valutare l’ipotesi di abolire il coprifuoco». Lo ha detto il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, ospite del programma ‘Vediamoci chiaro’ su Tv2000. «Dobbiamo essere convinti di quello che stiamo facendo – ha aggiunto Costa – altrimenti perdiamo credibilità. Se ogni mese somministriamo 15 milioni di dosi di vaccino significa che da qui a luglio somministreremo 45 milioni che sommati ai 25 milioni già somministrati arriviamo a oltre 60 milioni di vaccini. Quindi credo che a fine luglio saremo in una percentuale di immunizzazione importante che ci permetterà anche di prendere in considerazione l’ipotesi di togliere le mascherine all’aperto». «Sulla questione del ‘green pass’ – ha proseguito Costa – c’è un elemento sul quale la politica deve fa-re una riflessione cioè prevedere anche la gratuità dei tamponi altrimenti si rischia di non mettere tutti i cittadini sullo stesso piano. Se un nostro concittadino contrae il covid viene curato gratuitamente e il vaccino viene somministrato allo stesso modo gratuitamente. Quindi anche sul tampone una riflessione di gratuità dovremmo farla».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche