24 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Giugno 2021 alle 20:01:57

Basket News Sport

Il CJ Taranto scivola in gara-2: adesso doppia sfida sul parquet di Senigallia

foto di CJ Taranto
CJ Taranto

Ultimo quarto fatale al CJ Basket Taranto che si fa rimontare 10 punti e finisce per perdere 86-81 al Palafiom gara 2 dei quarti di finale playoff permettendo alla Goldengas Senigallia di pareggiare 1-1 la serie che ora si trasferisce nelle Marche dove venerdì e domenica si giocheranno gara 3 e gara 4. Un black out assoluto per la squadra rossoblu a cui si è letteralmente spenta la luce dopo una gara che per tre quarti aveva ricalcato gara 1: inizio equilibrato, poi break del CJ che arrivava anche a +12 a fine terzo quarto prima di smarrire la via del canestro e disunirsi in difesa (15-30 il parziale dell’ultimo quarto) subendo la rimonta ospite sotto i colpi di Gurini (22 punti), Pierantoni, Pozzetti, l’ex Conte, Giacomini e Cicconi, tutti in doppia cifra con un totale di 14 triple a segno. Non bastano a Taranto i 24 di Stanic, 17 di Morici con Azzaro, Diomede e Duranti in doppia cifra.

Coach Olive parte con Stanic, Morici, Azzaro, Diomede e Matrone. Coach Ruini risponde con Pozzetti, Gurini, Pierantoni, Conte e Giacomini. Diomede riprende da dove aveva lasciato in gara 1, tripla tanto per cominciare ma Giacomini risponde subito per le rime, Pierantoni lo imita ben due volte, un totale di 4 triple, tre degli ospiti e Senigallia va avanti 13-9. Taranto si rimbocca le maniche, Stanic e Azzaro vanno a segno per il pronto sorpasso. Ma la Goldengas è determinata, forza e trovi canestri buoni anche in penetrazione con Conte e Gurini, va anche +6, nel finale il CJ tiene botta con Morici e la schiacciata di Duranti ma non evita di chiudere sotto il primo quarto, 21-25. Il CJ inizia il secondo quarto determinato e piazza dopo la schiacciata benaugurale di Duranti un break di 10-0 con Stanic protagonista di tre canestri.

Senigallia però ha la mano calda dalla distanza, in particolare Gurini che segna in ogni modo e da ogni posizione, anche mani in faccia, due triple ed è nuovo +2 ospite. Taranto però non perde il ritmo in attacco, segnano Stanic e Morici, Diomede da tre chiude un nuovo break di 9-0, Senigallia resta in scia con la solita tripla di Gurini mentre prima dell’intervallo Morici si esi bisce nella specialità della casa: schiacciata e tripla per il 45-38 CJ. Il terzo quarto si gioca sulla falsariga del secondo, la Goldengas è una sentenza da tre, prima il solito Gurini poi Giacomini, per il -1. Taranto però ci mette poco ad allungare, con Azzaro che prende un rimbalzo e poi va in contropiede a schiacciare, poi Stanic mette 5 punti in fila ed è +12 che costringe coach Gurini al time out. Il copione non cambia, Taranto trova buone soluzioni in attacco ma non riesce ad arginare la vena realizzativa ospite che colpisce con Conte e Pierantoni che limitano i danni visto che il CJ continua a segnare con Morici, Duranti, Azzaro e Stanic tanto da riscrivere più volte il +12 prima del canestro di Centis che fissa il punteggio sul 66-56 alla fine del terzo quarto. E siamo all’ultimo quarto, quello che segnerà la sconfitta rossoblu. L’antifona si capisce subito con la tripla di Cicconi seguita da due canestri di Pozzetti per il -3 in un amen. Coach Olive chiama time out e trova al rientro in campo un importante canestro di Divac ma è solo un attimo perché Giacomini ancora da lontano fa -1. Duranti tiene avanti Taranto ancora per poco, ci pensano Conte e Pozzetti al sorpasso, 71-74 con 3 minuti da giocare. La partita ora si gioca punto a punto ma a Taranto manca la lucidità in attacco.

Azzaro fa 2/2 ai liberi ma la tripla di Pozzetti per il +4 a 2’ dalla fine è un cattivo presagio. Sempre dalla linea della carità Diomede e Morici riportano sotto Taranto ma Giacomini mette un’altra tripla pesante nell’ultimo minuto. Taranto gestisce male anche gli ultimi attacchi e deve incassare la sconfitta a domicilio che impatta la serie. Nulla è perduto però per Stanic e compagni, si va a Senigallia per gara 3 venerdì e gara 4 domenica. Al Palafiom in gara 1 dei quarti di finale della post season i rossoblu avevano battuto 87-74 la Goldengas Senigallia. A fare la differenza, dopo due primi quarti abbastanza equilibrati, un grande secondo tempo della squadra di coach Olive trasinata letteralmente da Manuel

Diomede che ha infilato qualcosa come 29 punti ma soprattutto ha prodotto un 7/10 mortifero da tre punti. Ma dopo l’intervallo tutto il CJ Taranto ha alzato l’asticella, così come i cm di Azzaro e Matrone hanno fatto la differenza sotto le plance, al pari delle giocate dei vari Duranti, Stanic, Morici e Bruno, tutti più o meno intorno alla doppia cifra. Poco ha potuto Senigallia che ha retto per oltre due quarti grazie a Gurini (24 punti) e uno straordinario ex rossoblu Conte (18 punti). Ma in gara-2 le cose sono andate diversamente. L’eventuale gara-5 della serie è programmata per mercoledì 26 maggio al Palafiom ore 19.30

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche