15 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Giugno 2021 alle 17:29:48

News Provincia

Cavallo murgese e asino martinese, l’Anamf è ente selezionatore

foto di L'asino di Martina Franca
L'asino di Martina Franca

“Il riconoscimento dell’Associazione Nazionale Allevatori del cavallo delle Murge e dell’asino di Martina Franca come ente selezionatore è un traguardo raggiunto importantissimo che onora il nostro territorio e lo valorizza. È da tempo che lavoro per questo obiettivo e aver concorso a raggiungerlo mi riempie di gioia. Ringrazio il ministro Stefano Patuanelli, l’ex sottosegretario e collega Giuseppe L’Abbate per il costante supporto, il sindaco di Martina Franca, Franco Ancona, e naturalmente il presidente Leonardo Fusillo per la passione e determinazione a tutela dell’allevamento delle razze di equidi pugliesi.” Questo il commento di soddisfazione del deputato Gianpaolo Cassese dopo il riconoscimento da parte del Ministero delle politiche agricole all’Anamf, che grazie al decreto appena emanato, ora è l’Ente responsabile della realizzazione dei programmi genetici del cavallo di razza Murgese e dell’asino di Martina Franca.

“Valorizzare il patrimonio zootecnico del nostro territorio significa valorizzarne l’identità più profonda- prosegue il deputato grottagliese-per questo il prestigioso e meritato riconoscimento ottenuto rende orgogliosi non solo gli allevatori ed il mondo agricolo, ma l’intera comunità, che ne trarrà benefici economici e di immagine”. Sull’argomento interviene anche il presidente di Confagricoltura Puglia, Luca Lazzàro. “Il riconoscimento da parte del Ministero per le Politiche agricole dell’Anamf quale Ente selezionatore del Cavallo Murgese e dell’Asino di Martina Franca è una notizia straordinaria per tutta la Puglia e in particolar modo per il Tarantino nella città di Martina Franca, infatti, l’associazione vede il cuore pulsante da dove partono da sempre efficaci iniziative per la tutela e la valorizzazione delle due razze. Iniziative che, da oggi, potranno essere ancora più determinanti grazie al riconoscimento ministeriale. Queste tutele e valorizzazioni senz’altro ricadranno in modo virtuoso sulla promozione del territorio.”

E’ il commento del presidente regionale e della provincia di Taranto di Confagricoltura all’uscita del Decreto del direttore generale con il quale il Ministero per le Politiche Agricole ha disposto il riconoscimento dell’Anamf quale “Ente Selezionatore”, ai sensi del D.Lgs. n° 52/2018. Un riconoscimento che, tra l’altro, permetterà all’associazione di poter gestire gli alberi genealogici delle due razze. Con il Decreto – come evidenzia la stessa Associazione nazionale del Cavallo Murgese e dell’Asino di Martina Franca – è stato stabilito che, con successivo provvedimento e a seguito del passaggio dei dati dei Libri genealogici delle due Razze, saranno approvati i programmi genetici del Cavallo Murgese e dell’Asino di Martina Franca e sarà trasferita all’Anamf la relativa gestione, affidata sinora all’Associazione del Cavallo Haflinger.

“Confagricoltura – prosegue Lazzàro – ha seguito sin dall’inizio il complesso iter che ha portato a questo straordinario risultato. Come presidente regionale e di Confagricoltura Taranto mi congratulo con il presidente Leonardo Fusillo per aver portato avanti questa lunga e faticosa battaglia per gli allevatori delle due razze e per l’intero territorio. A Fusillo assicuro sin da oggi che Confagricoltura con le sue energie e la sua esperienza continuerà ad essere vicina all’Anamf nel nuovo percorso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche