17 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Giugno 2021 alle 19:23:30

foto di La scorsa edizione di AdolescenDay
La scorsa edizione di AdolescenDay

È tornato AdolescenDay, la Giornata nazionale degli adolescenti, manifestazione nata in riva allo Jonio dieci anni addietro che, in relazione alla situazione pandemica, ha cambiato formula.

L’obiettivo di AdoloscenDay è sempre lo stesso: creare un ponte con gli adolescenti per ascoltare i loro bisogni e le loro aspettative e, soprattutto, dare loro la possibilità di esprimere le loro infinite risorse per aiutarli a crescere in consapevole autonomia. L’avvocato Mara Romandini, project leader AdolescenDay, ha infatti spiegato che «quest’anno, non potendo andare nelle piazze italiane com’è nostra tradizione, siamo stati obbligati a organizzare eventi online: alcuni sono stati dedicati ai ragazzi, mentre altri a coloro che devono prendersi cura dei nostri adolescenti in questo particolare momento storico, fornendo qualche strumento in più per comprenderli e aiutarli».

A tal fine sono stati organizzati due webinar “Adolescenti e sessualità” – info sulla pagina Facebook di AdolescenDay – che rappresentano il primo evento divulgativo di questo tipo rivolto a psicologi, psicoterapeuti, medici, sessuologi, assistenti sociali, educatori, operatori dei servizi, allenatori, docenti e genitori. Scopo dei due webinar, tenuti dai massimi esperti del settore, è insegnare, con nozioni tecniche e indicazioni operative, a conoscere e capire il cervello adolescente e, di conseguenza, come parlare agli adolescenti di sesso; sono stati affrontati, inoltre, temi di grande attualità come atti sessuali e minore età, abuso, violenza, sexting, orientamento sessuale. Per celebrare i primi 10 anni di AdolescenDay, oltre ai due webinar sono stati organizzati eventi rivolti ai nostri ragazzi.

Nel primo la project leader Mara Romandini e gli esperti di AdolescenDay sono stati ospiti di voicebookradio.com per parlare ai giovani ascoltatori di sessualità e fornire tante informazioni utili e spunti di riflessione. I giovani sono stati protagonisti dell’evento “Adolescenti… Covid… Disagi… ma anche tante Risorse! Quali sono le prospettive?” organizzato on line sulla piattaforma Zoom dalla referente di AdolescenDay-Verona, dott.ssa Giuliana Guadagnini: dopo gli interventi degli esperti, gli adolescenti hanno potuto fare domande e dire la loro opinione senza filtro alcuno. Infatti la formula innovativa di AdolescenDay, nato dieci anni addietro a Taranto grazie all’associazione di volontariato LaWellness (diritto al benessere) European Association AdolescenDay, prevede che ai giovani non vengano imposti modelli comportamentali e stili di vita, ma crea uno “spazio” in cui possano mettersi in gioco esprimendo liberalmente le loro innate capacità, con quelle sensibilità e maturità troppo spesso sottovalutate dagli adulti.

«In una società in continua evoluzione come la nostra contemporanea – ha concluso Mara Romandini – è ormai indispensabile offrire ai giovani un’educazione socio-affettiva, che consenta loro non solo di sviluppare le capacità sociali ed interpersonali necessarie per la crescita, ma anche di promuovere rapporti positivi nei vari contesti di vita, favorendo il corretto accrescimento della propria autostima e della sicurezza in sé stessi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche