24 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Giugno 2021 alle 20:01:57

Cronaca News

Assalti ai negozi con “spaccata”, arrestato un altro giovane

foto di Assalti ai negozi con “spaccata”
Assalti ai negozi con “spaccata”

Era agli arresti domiciliari ma era evaso ed aveva compiuto furti in alcuni negozi del centro: arrestato dalla Polizia di Stato. I poliziotti della Squadra Mobile hanno notificato ad un tarantino di 24 anni una ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Al giovane, condannato alla pena definitiva di tre anni per furto e ricettazione, l’autorità giudiziaria ha ritenuto di sostituire l’attuale pena detentiva con quella più grave in carcere per le violazioni della misura cautelare dei “domiciliari”. Il 24enne, infatti, lo scorso 14 maggio è stato denunciato dai Falchi della Squadra Mobile perché ritenuto complice di un suo coetaneo, autore di numerosi furti nei negozi del centro cittadino con il metodo della “spaccata”. I poliziotti, i quali, nel corso delle indagini lo avevano individuato grazie alle immagini di videosorveglianza nel corso di uno dei tanti furti, lo avevano sorpreso nel suo appartamento insieme ad un altro giovane con un dose di cocaina che aveva tentato di lanciare dal balcone.

Durante il controllo domiciliare gli agenti avevano recuperato anche alcuni indumenti indossati durante uno dei raid. Dopo le formalità di rito espletate negli uffici della Questura, il giovane è stato accompagnato presso la casa circondariale. I Falchi della Squadra Mobile dopo la denuncia dei titolari dei negozi presi di mira, avevano indirizzato le indagini verso i due. Il 29enne era stato intercettato in casa di un parente. Durante lunghi appostamenti lo avevano visto affacciarsi più volte al balcone dell’appartamento indossando gli indumenti già immortalati qualche giorno prima dalle immagini di videosorveglianza di uno dei negozi saccheggiati. Ora la Polizia di Stato ha arrestato anche il complice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche