22 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Giugno 2021 alle 07:26:25

Cronaca News

Giochi 2026, incontro con Valentina Vezzali

foto di Giochi 2026, incontro con Valentina Vezzali
Giochi 2026, incontro con Valentina Vezzali

La sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega allo Sport, Valentina Vezzali, ha partecipato alla periodica riunione del Comitato Mediterraneo, la struttura che sta seguendo l’organizzazione della XX edizione dei Giochi del Mediterraneo, a Taranto nel 2026. Alla presenza del sindaco Rinaldo Melucci, del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, del presidente del Coni Giovanni Malagò e del direttore generale del comitato Elio Sannicandro, è stato fatto il punto sulle attività svolte e sui prossimi da compiere, soprattutto per quanto riguarda il masterplan degli impianti che ospiteranno le diverse discipline sportive.

«Si è trattato della prima occasione utile per aggiornare la sottosegretaria – le parole del primo cittadino –, titolare della delega da pochi mesi. Con il presidente Emiliano abbiamo ribadito la centralità di Taranto e l’importanza dei Giochi che, oltre allo spettacolo sportivo che offriranno, saranno un evento con implicazioni geopolitiche, nonché test di resilienza e motore di sviluppo per il nostro territorio. Alla sottosegretaria Vezzali abbiamo affidato la prospettiva di avviare la fase progettuale entro l’anno, secondo le dettagliate indicazioni del masterplan che è già nelle sue mani». Promossi nel 1948, durante la 42.ma Sessione internazionale del Cio a St. Moritz dal vicepresidente del Cio stesso e presidente del Comitato olimpico nazionale egiziano Mohammed Taher Pacha, i Giochi del Mediterraneo furono riconosciuti ufficialmente nella 47.ma Sessione del Comitato Olimpico Internazionale svoltasi ad Helsinki nel 1952. I primi Giochi – che coinvolgono attualmente ventiquattro paesi che si affacciano nell’area mediterranea – vennero disputati dal 5 al 22 ottobre 1951 ad Alessandria d’Egitto: vi presero parte 734 atleti in rappresentanza di 10 nazioni: Egitto, Francia, Grecia, Jugoslavia, Italia, Libano, Malta, Siria, Spagna e Turchia. Giova tuttavia ricordare che nel 1949 si era tenuta ad Istanbul, la prima edizione ritenuta “non ufficiale”.

La seconda edizione dei Giochi venne disputata nel 1955 a Barcellona. Le prime gare femminili vennero introdotte a partire dall’edizione del 1967, tenutasi a Tunisi. Da allora i Giochi vengono disputati regolarmente ogni quattro anni (dal 1993 vengono però effettuati l’anno successivo a quello dei Giochi olimpici e non in quello che li precede). La bandiera dei Giochi presenta trecerchi leggermente mossi nella parte inferiore che simboleggiano i tre continenti che si affacciano sul Mediterraneo (Europa, Africa e Asia), che si rispecchiano nel blu del mare nostrum. Nell’ultima edizione dei giochi, la diciassettesima, le discipline sportive rappresentate sono state 27, alcune non olimpiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche