24 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Giugno 2021 alle 20:01:57

Cronaca News

SailGP, i progetti per Taranto tra sport e ambiente

foto di SailGP
SailGP

La Prisma Taranto che sale sull’Olimpo del volley nazionale. Benedetta Pilato che supera ogni record nel nuoto. Le ambizioni di A2 del CJ Basket. Il calcio che vuole ritornare tra i professionisti. Se il mondo vuole rinascere dopo la pandemia, Taranto forse lo sta già facendo, grazie ai suoi campioni dello sport. Atleti che sono, spesso, simboli che vanno oltre loro stessi. E nei giorni del 5 e 6 giugno prossimi questa rinascita sportiva tarantina vivrà un momento altissimo, con la città che vuole essere una “capitale di mare” che ospiterà un evento di caratura mondiale.

«La città di Taranto, situata nel sud Italia, ospiterà il primo SailGP d’Italia in assoluto il 5-6 giugno e sarà il secondo evento della stagione 2 di SailGP, dopo le Bermuda ad aprile. Taranto è stata fondata dagli Spartani e, con oltre 3000 anni di storia, si trova tra due specchi d’acqua: il “Mar Grande” e la riserva naturale del “Mar Piccolo” ed è conosciuta come la “Città dei Due Mari”. L’unico porto naturale fornirà la cornice perfetta per le corse adrenaliniche, di fronte a uno sfondo che sposa il vecchio e il nuovo del Sud Italia»: così sul suo sito la manifestazione parla della tappa tarantina. Una ‘dichiarazione d’amore’: «La città e il suo mare, oltre ad essere vivaio di delfini e altri mammiferi acquatici, ospitano importanti musei e antiche tradizioni, ospitate tra i vicoli, i profumi e i panorami del centro storico. A Taranto, SailGP proporrà un mix di pura adrenalina e “dolce vita” per un palcoscenico che promette di diventare un evento come non l’avete mai visto. Un evento che unisce alta tecnologia e massimo rispetto per l’ambiente che attraverserà alcune delle acque più cristalline della Puglia».

La manifestazione ha anche un messsggio che va oltre il puro spettacolo sportivo: «A Taranto, SailGP correrà per il futuro, sostenendo un mondo alimentato dalla natura con l’obiettivo di accelerare la transizione verso l’energia pulita. SailGP sta definendo un nuovo standard come prima struttura sportiva climatica positiva e consegnerà il suo evento a Taranto con un impatto minimo sull’ambiente». «SailGP – si legge ancora sul sito sailgp.com – lavorerà a stretto contatto con il Comune di Taranto sull’obiettivo comune di un impatto sociale e ambientale tangibile attraverso progetti a scopo locale e di impatto che portano benefici duraturi alla regione e coinvolgendo la comunità nel Programma Inspire di SailGP, un programma di sensibilizzazione per i giovani e la comunità concentrandosi sui giovani tra i 9 ei 23 anni. Il programma offre corsi di formazione, opportunità di carriera e gare per giovani atleti attraverso i suoi tre percorsi di programma: apprendimento, carriera e corsa. Taranto sarà il secondo evento positivo per il clima di SailGP, il che significa che abbiamo già misurato, ridotto e contribuito all’impronta di carbonio dell’evento.

SailGP è davvero orgogliosa di essere la prima organizzazione a raggiungere sia il Carbon Neutral International Standard che a far parte dell’iniziativa Climate Neutral Now delle Nazioni Unite. A sostegno di ciò, SailGP si è assicurata che i fan che acquistano i biglietti possano godersi il loro tempo a SailGP sapendo che il loro biglietto è favorevole al clima, poiché SailGP ha impegnato 1,50 euro per ogni vendita di biglietti per contribuire a un progetto di energia rinnovabile delle Nazioni Unite. SailGP entra a far parte della lista degli eventi sportivi internazionali ospitati da Taranto. Più recentemente, nell’ottobre 2020, Taranto ha ospitato una tappa del prestigioso Giro d’Italia – uno dei tre grandi tour in bicicletta – e nel 2026 accoglierà 4.000 atleti provenienti da 26 paesi per gareggiare ai XX Giochi del Mediterraneo. La meravigliosa luce, i sapori e la bellezza di Taranto renderanno il Gran Premio della Vela d’Italia un evento davvero spettacolare».

Fondato da Larry Ellison (Ceo di Oracle) e da Russel Coutts (medaglia d’oro nella classe Finn alle Olimpiadi di Los Angeles del 1984), SailGP è uno degli eventi più importanti e all’avanguardia del panorama velistico mondiale, un campionato che vanta 8 squadre nazionali arricchite dalla presenza di 18 atleti olimpionici, 16 dei quali vincitori di medaglie olimpiche. Ogni evento presenta due giorni di competizioni con cinque gare di flotta e una finale, avvincenti match nel corso dei quali la strabiliante capacità delle imbarcazioni di “volare sull’acqua” superando anche la velocità di 50 nodi (circa 100 km/h) con la sola forza del vento è protagonista assoluta. Si tratta di gare che il pubblico, restrizioni Covid permettendo, potrà ammirare nella loro completezza dal vivo, vicino alla riva, o comodamente da casa grazie a trasmissioni innovative e a un’app pluripremiata. Gli F50 sono catamarani monotipo, tutti identici. Con 15 metri di lunghezza e 8,8 metri di larghezza pesano soltanto 2.400 chilogrammi grazie alla costruzione in fibra di carbonio. Il piano velico è costituito da un’ala rigida e da un fiocco a prua. L’altezza dell’ala è di 24 metri nella configurazione standard o di 18 metri in caso di vento più forte. Ogni scafo del catamarano è dotato di una deriva centrale a forma di ‘L’ e di una pala del timone a ‘T’ rovesciata: queste appendici a foil consentono alla barca di volare sull’acqua e di superare 50 nodi di velocità (circa 100 km/h).

Ogni evento dura due giorni e prevede tre regate di flotta il primo giorno e due regate di flotta il secondo giorno, oltre alla finale. Le regate si disputano su brevi percorsi tipo stadium racing, durando ciascuna circa 15 minuti. SailGP è alla seconda stagione: durante la prima edizione ha appassionato oltre 250 milioni di telespettatori sui network che hanno trasmesso le gare tra il 2019 e il 2020, oltre al mezzo miliardo di accessi avvenuti in digitale. La seconda stagione SailGP prevede otto eventi in altrettante location di tutto il mondo. Dopo l’evento inaugurale delle Bermuda il 25 e 26 aprile, le regate della seconda tappa si svolgeranno il 5 e 6 giugno nel mar Grande di Taranto, dove il Race Village verrà allestito in collaborazione con Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio e Comune di Taranto.

‘Marine Mammal Protection Plan’ è il progetto nato dal sodalizio tra SailGP, la Jonian Dolphin Conservation e il centro di recupero animali selvatici dell’Oasi Wwf di Policoro per monitorare e tutelare la fauna del Golfo di Taranto. Vere e proprie sentinelle del mare che, nei giorni della gara, monitoreranno le acque di Taranto per tutelare la fauna marina. Biologi, veterinari e volontari, un team di più di quindici operatori che, su imbarcazioni ad hoc, seguirà il piano di monitoraggio volto a individuare la presenza di delfini in prossimità dell’area di regata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche