22 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Giugno 2021 alle 07:26:25

Cronaca News

Confiscati beni per oltre mezzo milione di euro a “Mimmo o’ re”

foto di Confiscati beni per oltre mezzo milione di euro a “Mimmo o’ re”
Confiscati beni per oltre mezzo milione di euro a “Mimmo o’ re”

I carabinieri del comando provinciale di Taranto hanno confiscato beni, per un valore di 610.000 euro, al 42enne Cosimo Sangiorgio, detto “Mimmo o’re”. Ieri a Laterza i militari del Nucleo investigativo hanno eseguito il decreto di confisca di 1° grado emesso dai giudici dell’ufficio Misure di Prevenzione del Tribunale di Lecce. La misura ha interessato beni immobili e finanziari, che, secondo l’accusa, sono fittiziamente intestati ai congiunti del quarantaduenne già sorvegliato speciale. Confiscati una lussuosa villa, situata a Laterza, con annesso opificio e terreni attigui, l’intero compendio dei complessi aziendali e diciannove buoni fruttiferi postali per un totale di 47.600 euro.

Il provvedimento firmato dai giudici salentini conclude un iter processuale scaturito dalla proposta di sequestro preventivo, già eseguito in due tranches, avanzata dai carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale al termine di lunghi e complessi accertamenti patrimoniali che sono stati integralmente condivisi dalla Procura del Tribunale di Lecce. Le indagini condotte dai militari della caserma di viale Virgilio hanno consentito di far emergtere la pericolosità sociale di Sangiorgio, abitualmente dedito a traffici illeciti soprattutto nel settore degli stupefacenti, di dimostrare la rilevante sperequazione fra gli esigui redditi dichiarati e l’ingente patrimonio a lui riconducibile, anche a fronte del suo elevato tenore di vita e di postulare che le considerevoli ricchezze accumulate siano il frutto di varie attività illecite consumate nel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche