16 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Giugno 2021 alle 07:01:57

Cronaca News

L’ex direttore dell’Arsenale di Taranto chiede l’interrogatorio

Arsenale Militare
Arsenale Militare

Ha chiesto di essere interrogato dal giudice dell’udienza preliminare Rita Romano il contrammiraglio Cristiano Nervi, ex direttore dell’Arsenale di Taranto. L’ufficiale della Marina Militare è uno dei 18 imputati nel processo sugli appalti truccati secondo l’accusa.

Nervi, difeso dall’avvocato Fausto Soggia, ha chiesto di poter fornire la sua versione dei fatti per difendersi dall’imputazione di turbativa d’asta. Il suo interrogatorio è previsto nell’udienza del 22 settembre prossimo. Nervi è uno dei 18 imputati nel procedimento sull’aggiudicazione di quindici appalti, banditi dall’Arsenale e dalla Stazione Navale di Taranto da ottobre a dicembre del 2018, per complessivi 4,8 milioni di euro, riguardanti lavori di ammodernamento e riparazione di navi militari. Gli indagati rispondono a vario titolo, di associazione per delinquere, turbata libertà degli incanti, corruzione e furto aggravato. L’arresto di 12 di essi, a febbraio 2020, hanno suscitato parecchio clamore, poichè i provvedimenti cautelari hanno riguardato ufficiali di Marina, dipendenti civili e imprenditori, i classici insospettabili. Tutti sono tornati in libertà.

Per gli imputati il procuratore aggiunto Maurizio Carbone ha chiesto il rinvio a giudizio. In cinque hanno chiesto di essere giudicati col rito abbreviato, quindi dal gup. Per gli altri 13 imputati, invece, il giudice Romano dovrà decidere se accogliere la richiesta di rinvio a giudizio e mandarli sotto processo oppure emettere sentenza di proscioglimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche