18 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Giugno 2021 alle 17:16:45

Cronaca News

Ambiente Svenduto, la sentenza slitta a lunedì 31 maggio

La Corte d'Assise resterà in camera di consiglio altri due giorni

Un'udienza del processo Ambiente Svenduto
Un'udienza del processo Ambiente Svenduto

Slitta a lunedì 31 maggio alle ore 10 la sentenza del processo Ambiente Svenduto della Corte d’Assise di Taranto. La notizia del rinvio è giunta nella mattinata di oggi 28 maggio.

Alle diverse parti processuali, accusa, parti civili e difesa, la sera del 27 maggio era stata comunicata la lettura per sabato 29 a mezzogiorno. Invece la camera di consiglio iniziata il 19 maggio scorso si prolungherà per altri due giorni.

Resta confermata la sede della lettura del verdetto, l’aula magna della Scuola Sottufficiali della Marina Militare, a San Vito, la stessa in cui si sono tenute le ultime udienze.

In attesa di conoscere la loro sorte processuale ci sono 47 imputati, dei quali 44 persone fisiche e 3 società. Disastro ambientale doloso e avvelenamento delle sostanze alimentari i reati più pesanti contestati agli ex vertici dello stabilimento siderurgico Ilva fra i quali i fratelli Fabio e Nicola Riva che rischiano, rispettivamente, 28 e 25 anni.

Fra i politici coinvolti anche l’ex presidente della Regione Puglia Nichi Vendola per il quale la pubblica accusa ha chiesto la condanna a 5 anni per concussione.

La Corte d’Assise di Taranto si pronuncerà sulle richieste del pm, tutte di condanna e di non doversi procedere per prescrizione e sulla richiesta di confisca dell’area a caldo dello stabilimento.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche