19 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Giugno 2021 alle 18:23:13

Cronaca News

Vittorino da Feltre primo al torneo nazionale

foto di Vittorino da Feltre primo al torneo nazionale
Vittorino da Feltre primo al torneo nazionale

Con un prestigioso “ex aequo” al primo posto di due delle tre squadre arrivate nell’entusiasmante finale, evento tenutosi on line, si è conclusa la prima edizione nazionale del “Torneo Dire e Contraddire”, un contest riservato agli studenti delle scuole medie superiori. Le due squadre sugli allori sono la “Eloquentia Arte” del Liceo delle Scienze Umane “Vittorino da Feltre” di Taranto e la “Il simposio di via Orazio” del Liceo Classico “Manzoni” di Milano, giunte in finale superando numerose gare che, a partire dallo scorso marzo, hanno visto affrontarsi 12 squadre su tematiche di educazione civica, mentre al terzo posto si è piazzata la squadra “Accadocet” dello stesso liceo milanese Nella finale la squadra “Eloquentia Arte” della Classe 4C a indirizzo Economico-Sociale del Liceo “Vittorino da Feltre” di Taranto, con tutor la prof.ssa avv. Michela Gigante, docente di Discipline giuridiche ed economiche, e l’avv. Domenico Facchini, ha visto cimentarsi nell’esordio Maria Claudia Giacovelli e Angela Masella, poi nella prima confutazione Valentina Iacomino, nella seconda confutazione Alice Latorre e, infine, nella conclusione Maria Giulia Carfagna.

Il “Torneo Dire e Contraddire” è un contest che, concepito tre anni addietro nell’ambito dell’Ordine degli Avvocati di Taranto, vuole insegnare agli studenti delle scuole superiori a confrontarsi usando la “parola”: non più uno “scontro” basato su slogan e contrapposizioni frontali, forma di comunicazione assai diffusa nella odierna società, ma un “in-contro” in cui ognuno argomenta le proprie idee mediante la costruzione di un discorso. Infatti l’obiettivo dell’innovativo progetto, ormai diventato una “buona pratica” a livello nazionale, è quello di fornire ai giovani le tecniche per saper argomentare e contro argomentare in maniera efficace ed efficiente: dal “cosa dire” al “come dirlo”, permettendo di acquisire la padronanza del “saper dire” e “contraddire”. Alla finalissima, moderata dall’avv. Angela Mazzia, componente Commissione progetti educazione alla legalità del Cnf e responsabile del progetto, sono intervenuti Fedele Moretti e Vinicio Nardo, presidenti dell’Ordine degli Avvocati rispettivamente di Taranto e di Milano. La Giuria era composta dal Vicepresidente del Consiglio Nazionale Forense Maria Masi, dai Consiglieri Cnf Daniela Giraudo e Donato Di Campli, dal Prof. Bruno Mastroianni e dal dott. Errico Novi. Erano presenti Domenico Facchini componente della commissione progetti educazione alla legalità del Cnf e Daniele Barelli, referente territoriale per i progetti di legalità dell’Ordine di Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche