16 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Giugno 2021 alle 07:01:57

foto di Parti con Formare Puglia ed Erasmus+
Parti con Formare Puglia ed Erasmus+

Finalmente si parte! L’Europa torna ad essere a portata di mano dei giovani neodiplomati pugliesi che grazie al progetto Erasmus+ “Strategic Thinking and Acting” già a luglio prossimo raggiungeranno le destinazioni di Malta e Francia, dove svolgeranno tirocini formativi all’interno di strutture che operano nel settore del turismo e della ristorazione, mentre tra settembre e novembre nuovi tirocini partiranno a di Malta, Spagna ed Irlanda. A beneficiare del progetto Erasmus+ per i prossimi sette anni è Formare Puglia aps.

I risultati e le prospettive di un’attività che per i giovani rappresenta un’opportunità unica per costruire il proprio futuro lavorativo e migliorare le proprie competenze sono stati presentati nella sede principale di Formare Puglia, a Taranto, dal presidente dell’ente Angelo Lorusso, coadiuvato dal referente Erasmus dell’ente Formamentis, Fabio Carbonara, e dalla tutor di progetto Elena Turker. “Entriamo in Europa – ha sottolineato il presidente Lorusso – per favorire il percorso di sostegno e l’inserimento nel mondo del lavoro dei giovani Pugliesi, un percorso che da tempo l’ente formativo porta avanti con i suoi numerosi progetti”. “Il progetto Erasmus+ di Formare Puglia – ha evidenziato il presidente, si è posizionato all’undicesimo posto sui 73 approvati dall’Inapp, ente gestore di Erasmus, ed è l’unico progetto sui 5 approvati in Puglia che sarà gestito da un ente di formazione, gli altri 4, saranno gestiti infatti da istituti scolastici superiori. Un risultato che pone Formare Puglia ancora una volta fra le strutture più attive sul territorio regionale nell’ambito delle occasioni e delle opportunità lavorative ed occupazionali”. Lorusso ha inoltre indicato e ringraziato i partner che hanno dato supporto all’intera attività progettuale:: Vinilia Wine Resort, Bluserena SPA, Camera di commercio di Taranto, Istituto Cabrini di Taranto, Istituto Mediterraneo di Pulsano, Istituto D. Alighieri di Cerignola, Istituto M. Perrone di Castellaneta, Liceo Aristosseno di Taranto, Istituto E. Mattei di Vieste, Istituto dell’Aquila-Staffa di San Ferdinando di Puglia, Istituto Moro di Santa Margherita di Savoia, Istituto Moschetti di Taranto e il Liceo G. Cesare di Bari, enti, strutture scolastiche, a testimonianza della rilevanza regionale rivestita del progetto Erasmus+ di Formare Puglia.

Il referente di Formamentis, Fabio Carbonara, ha tenuto a sottolineare come quella di Erasmus sia un’esperienza che ti cambia la vita, evidenziando come i ragazzi all’inizio del loro viaggio di studio, lavoro, conoscenza e crescita personale, si trovino ad affrontare problematiche di ogni genere, e come il superarle trasformi questi ragazzi nelle donne e negli uomini del futuro. La tutor , Elena Turker, incaricata di fornire le informazioni più tecniche riguardanti il progetto, ha espresso quello che è il focus dello stesso, ovvero quello di rendere fruibili competenze e conoscenze proprie di una esperienza lavorativa all’estero. Tutti gli intervenuti, il preside del Liceo Aristosseno di Taranto Salvatore Marzo, il delegato della preside dell’istituto Salvemini di Fasano Maria Convertino, una delegata della Preside dell’istituto Perrone di Castellaneta Vita Surico in collegamento video, hanno espresso il loro plauso per il lavoro svolto, riconfermando la collaborazione e la disponibilità “gomito a gomito”. Tutti i giovani neodiplomati che fossero interessati a ricevere notizie su modalità e termini di partecipazione al progetto, possono farlo contattando l’ente Formare Puglia al numero 099 330081, inviando una mail all’indirizzo info@formarepuglia.com o inviando un messaggio attraverso i canali social di Formare Puglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche