20 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Giugno 2021 alle 14:59:01

Cronaca News

Contagi giù, ospedali sempre più vuoti

foto Contagi giù, ospedali sempre più vuoti
Contagi giù, ospedali sempre più vuoti

Contagi in calo del 37% rispetto alla settimana precedente: anche se con un numero di tamponi minori, emerge chiaramente come la pandemia viva una fase di regressione anche in Puglia. L’incidenza aggiornata al 30 maggio è di circa 38 casi settimanali ogni 100.000 abitanti. Ieri lunedì 31 maggio in Puglia sono stati registrati 3.755 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 142 casi positivi: 22 in provincia di Bari, 26 in provincia di Brindisi, 5 nella provincia Bat, 35 in provincia di Foggia, 45 in provincia di Lecce, 7 in provincia di Taranto, 1 caso di residente fuori regione, 1 caso di provincia di residenza non nota.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.493.643 test. 218.993 sono i pazienti guariti. 24.924 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 250.419 così suddivisi: 94.485 nella Provincia di Bari; 25.214 nella Provincia di Bat; 19.279 nella Provincia di Brindisi; 44.763 nella Provincia di Foggia; 26.474 nella Provincia di Lecce; 39.016 nella Provincia di Taranto; 798 attribuiti a residenti fuori regione; 390 provincia di residenza non nota. In netto calo anche i ricoveri nel Tarantino. Alle ore 15 del 31 maggio l’ospedale “San Giuseppe Moscati” ospita 21 pazienti affetti da Covid, così distribuiti: 10 presso il reparto Malattie Infettive; 11 presso il reparto di Pneumologia. L’ospedale “Giannuzzi” di Manduria ospita 17 pazienti affetti da Covid, così distribuiti: 15 presso il reparto di Medicina; 2 presso il reparto di Rianimazione. L’ospedale “San Pio” di Castellaneta ospitaun paziente affetti da Covid presso il reparto di Medicina. L’ospedale “San Marco” di Grottaglie ospita 18 pazienti affetti da Covid, presso il reparto di Medicina. Il presidio ospedaliero “Valle d’Itria” di Martina Franca ospita un paziente affetto da Covid presso il reparto di Medicina. La Casa di cura “Santa Rita” ospita 11 pazienti affetti da Covid. Il Centro Ospedaliero Militare di Taranto ospita due pazienti risultati positivi al Covid. Il Presidio Covid post acuzie di Mottola ospita 11 pazienti postCovid.

Nelle ultime 24 ore non si è registrato alcun decesso. Prosegue la campagna vaccinale in provincia di Taranto, dove sono state somministrate, fino ad oggi, oltre 328 mila dosi (più di 232 prime dosi e circa 96 mila richiami). Domenica, presso il PalaRicciardi, è stata avviata la vaccinazione dei maturandi del territorio ionico: solo nella prima giornata, 293 studenti, afferenti all’Istituto Battaglini e al Liceo Archita di Taranto, hanno ricevuto la prima dose di vaccino. Le vaccinazioni dei maturandi proseguiranno per tutta la settimana, secondo il calendario concordato dal Dipartimento di Prevenzione con l’Ufficio scolastico provinciale.

Anche il sindaco Melucci ha voluto essere presente all’hub del PalaRicciardi: «I nostri giovani, i cittadini di domani, quelli per cui stiamo ricostruendo Taranto, all’alba degli esami di maturità. Che bello vederli così responsabili, disciplinati, entusiasti, partecipi degli sforzi della comunità ionica. Pronti a ripartire, tutti insieme!». «Siamo stati la prima regione italiana a mettere in sicurezza col vaccino il personale scolastico, adesso possiamo avviare anche la vaccinazione della popolazione studentesca partendo dai chi sta per sostenere gli esami di maturità. Lo faremo con le nuove dosi che sono in arrivo da Roma e senza toccare la programmazione delle altre fasce di popolazione. Aprire ai più giovani è un segnale di incoraggiamento e speranza per tutti» l’annuncio del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. «Ci prepariamo a mettere in sicurezza il mondo della scuola e dell’università – dichiara l’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco – per coniugare pienamente il diritto all’istruzione e il diritto alla salute in tempo di pandemia. Partiamo dai giovani che stanno per sostenere la maturità per poi procedere nelle settimane e nei mesi successivi, progressivamente, a coprire l’intera popolazione studentesca vaccinabile. La vaccinazione sarà organizzata sul modello già utilizzato per i docenti: coinvolgeremo gli istituti». «La Regione – parole dell’assessore all’Istruzione Sebastiano Leo – attraverso l’Ufficio scolastico regionale, contatterà le scuole e programmerà giornate di vaccinazioni, procedendo scuola per scuola, in modo da regolare il flusso in base alle dosi di vaccino disponibili. Sono certo che questa notizia verrà accolta con entusiasmo dai nostri ragazzi». I medici di base nel Tarantino hanno somministrato, nella giornata di domenica, 200 tra prime e seconde dosi nei loro ambulatori.

A queste si aggiungono ulteriori 24 dosi somministrate a cittadini presso il loro domicilio. Complessivamente, nella giornata di domenica 30 maggio in provincia di Taranto sono state eseguite 523 vaccinazioni. Ieri mattina hanno ripreso a pieno ritmo le attività degli hub vaccinali dell’intera provincia, presso i quali sono state somministrate 2.912 dosi di vaccino, così distribuite: a Taranto 502 presso la Svam e 451 al PalaRicciardi; 426 dosi a Martina Franca, 355 a Grottaglie, 388 a Manduria, 415 a Massafra, 375 a Ginosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche