21 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Giugno 2021 alle 19:30:12

Cronaca News

Al Battaglini si parla di pandemia e ricerca

Il Battaglini
Il Battaglini

“Covid-19 tra presente e futuro: cure, vaccini e ricerca” è l’evento conclusivo – tenuto in modalità online – del percorso di Biologia con curvatura biomedica del liceo scientifico “Battaglini” di Taranto, presieduto dalla dott.ssa Patrizia Arzeni. Moderato dalla giornalista Monica Golino, l’incontro ha visto la partecipazione dell’infettivologo Matteo Bassetti, del Policlinico San Martino di Genova, del prof. Pier Luigi Lopalco, assessore regionale alla Sanità, di Michele Conversano, direttore del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl di Taranto, del presidente dell’Ordine dei Medici di Taranto, Cosimo Nume, e dei dirigenti dell’Ufficio scolastico regionale e di quello provinciale Mario Trifiletti e Vito Alfonso.

E’ stata un’occasione di discussione e di approfondimento sui temi scientifici della ricerca, prevenzione e salute coerenti con il percorso di Biologia con curvatura biomedica, ed anche un’importante e proficua opportunità per i giovani che sognano di diventare medici o ricercatori e per i quali sono fondamentali gli esempi di eccellenza. La sperimentazione della curvatura biomedica, infatti, ha sottolineato il dott. Nume, è attiva già da quattro anni e si conferma un progetto innovativo con finalità altamente orientative nel campo della medicina e della ricerca scientifica che il ministero dell’Istruzione ha promosso in collaborazione con la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici, annoverando il Battaglini nei 26 licei selezionati a livello nazionale.

Gli studenti hanno creato un vivace spazio di intervista-dibattito con i relatori, spaziando dalle terapie domiciliari per i malati Covid alla sperimentazione partita da Genova per una soluzione spray che riduca la carica virale a livello delle mucose e prevenire, quindi, l’insorgenza di sintomi più gravi dell’infezione; dallo studio sulle possibili varianti future del virus al progetto di ricerca internazionale a cui un team dell’Università di Bari sta partecipando per individuare il sequenziamento genomico dei soggetti sia sensibili che resistenti; dal persistere dell’utilizzo delle mascherine alle prospettive di riaperture nei prossimi mesi estivi; dal piano vaccinale per i giovani al green pass.

Tema centrale la campagna vaccini per tutti, “universale”, come l’ha definita il prof. Bassetti, che possa garantire riaperture in completa sicurezza e agli operatori scolastici un ritorno alle attività in presenza a pieno regime. Taranto e la Puglia, ha sottolineato il dott. Conversano, stanno dando testimonianza di grande fiducia nella ricerca scientifica come dimostra l’elevato numero di coloro che si sottopongono alla vaccinazione, segno che la straordinaria macchina organizzativa della campagna di sensibilizzazione e comunicazione vaccinale attivata si sta rivelando davvero efficace e prosegue con successo, giacché la popolazione ha ben compreso che l’unica arma per sconfiggere il virus e bloccarne la circolazione è il vaccino. Il dott. Trifiletti e il dott. Alfonso hanno rivolto agli studenti l’augurio che possano rientrare “vaccinati” sui banchi di scuola a settembre, unitamente ad un ringraziamento ai docenti ed al personale Ata che hanno saputo in questi due anni fronteggiare con tenacia e spirito di abnegazione nuove sfide per rimodulare percorsi educativo-didattici già intrapresi e garantire continuità al funzionamento amministrativo ed organizzativo della comunità scolastica tutta.

Marzia Cuppone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche