21 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Giugno 2021 alle 19:30:12

Cronaca News

Sir Russell Coutts stregato da Taranto: «Splendida»

foto di Russell Coutts e Rinaldo Melucci
Russell Coutts e Rinaldo Melucci

E’ il week-end di SailGP. La leggenda della vela mondiale Russell Coutts, Ceo proprio di SailGP, accompagnato dal suo team personale, ha incontrato a Palazzo di Città il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci. «Sir Russell Coutts ci ha trasmesso un enorme entusiasmo per l’accoglienza ricevuta – ha spiegato il sindaco –, ci ha detto di aver trovato un’organizzazione impeccabile e, soprattutto, di aver scoperto una città meravigliosa. Parole che ci riempiono di orgoglio e confermano quanto sia importante far scoprire Taranto a chi ancora non la conosce: SailGP ci aiuterà in questa sfida, svelando al mondo la nostra grande bellezza».

Traffico, sosta e parcheggi: ecco cosa cambia nel Borgo e in Città Vecchia. Lo svolgimento di una manifestazione internazionale comporta una serie di disposizioni utili a regolare il traffico veicolare, ma anche quello pedonale al fine di evitare assembramenti. La Polizia Locale di Taranto, in accordo con le altre forze dell’ordine, ha emesso una prima ordinanza relativa ai giorni 4, 5 e 6 giugno.

Ecco le disposizioni previste, con l’apposizione di adeguata cartellonistica stradale per informare i cittadini. Dalle ore 04.00 del giorno 5 giugno alle ore 24 del giorno 06 giugno, e comunque sino a cessato bisogno, è prevista la temporanea interdizione della sosta veicolare, con rimozione coatta, lungo le seguenti strade: lungomare Vittorio Emanuele III, ambo i lati, nel tratto compreso tra corso due mari e via de cesare; piazza Carbonelli, ambo i lati, nel tratto compreso tra via Regina Margherita e lungomare Vittorio Emanuele III; via Anfiteatro, ambo i lati, nel tratto compreso tra lungomare Vittorio Emanuele III e via Giovinazzi; via Giovinazzi, lato civici dispari, nel tratto compreso tra via Anfiteatro e via Principe Amedeo; via Principe Amedeo, nel tratto compreso tra via Giovinazzi e via Massari; via Massari, ambo i lati, nel tratto compreso tra corso lungomare Vittorio Emanuele III e via Anfiteatro; piazza Castello Aragonese, tutta l’area prospicente l’ingresso del Castello Aragonese; piazza Castello Aragonese, nel tratto compreso tra via Duomo e piazza Municipio; discesa Vasto, tutta l’area, la banchina e relativa rampa di accesso; piazzale Democrate.

Dalle ore 04.00 del giorno 05 giugno alle ore 24.00 del giorno 06 giugno è prevista la temporanea istituzione di area destinata alla sosta bus, lungo le seguenti strade: lungomare Vittorio Emanuele III, lato sud/ovest, nel tratto compreso tra via Pupino e via Nitti; discesa Vasto, tutta l’area, la banchina e relativa rampa di accesso. Dalle ore 04.00 del giorno 05 giugno alle ore 24.00 del giorno 06 giugno è prevista la temporanea istituzione di area destinata alla sosta di veicoli al servizio di persone disabili, lungo le seguenti strade: via Massari, nel tratto compreso tra via Principe Amedeo e via Anfiteatro. Dalle ore 04.00 del giorno 05 giugno alle ore 24.00 del giorno 06 giugno è prevista la temporanea istituzione di area destinata alla sosta di veicoli al servizio dello staff della manifestazione muniti di “pass”, lungo le seguenti strade: piazza Carbonelli, ambo i lati, nel tratto compreso tra via Regina Margherita e lungomare Vittorio Emanuele III; piazzale Democrate.

Dalle ore 04.00 del giorno 05 giugno alle ore 24.00 del giorno 06 giugno, e comunque sino a cessato bisogno, è prevista la temporanea interdizione della circolazione veicolare, lungo il seguente percorso: lungomare Vittorio Emanuele III nel tratto compreso tra via Regina Margherita e via Giovinazzi, con apposizione di otto barriere “new jersey” (tre all’intersezione Regina Margherita/ Vittorio Emanuele III/Anfiteatro, tre all’intersezione Giovinazzi/Vittorio Emanuele III, due all’intersezione Principe Amedeo/Giovinazzi). Dalle ore 11:00 alle ore 24:00 dei giorni 04 e 05 giugno è prevista la temporanea interdizione della sosta veicolare, con rimozione coatta, lungo le seguenti strade: piazza Ss. Crocifisso; via Ss. Annunziata, ambo i lati; via Acclavio, ambo i lati, nel tratto compreso tra via D’Aquino e via Anfiteatro.

Dalle ore 11:00 alle ore 24:00 dei giorni 04 e 05 giugno è prevista la temporanea interdizione della circolazione veicolare lungo le seguenti strade: via Ss. Annunziata. Dalle ore 17:30 fino al termine manifestazione dei giorni 04 e 05 giugno è prevista la temporanea interdizione della circolazione veicolare lungo le seguenti strade: via Acclavio nel tratto compreso tra corso Umberto I e via Anfiteatro.

Oggi è prevista, dalle ore 15.30 alle ore 17.30, un’apertura straordinaria del Ponte Girevole per consentire il defilamento delle imbarcazioni; pertanto i servizi di trasporto urbano degli autobus di Kyma Mobilità si muoveranno, in tale arco orario, lungo la direttrice per il Ponte di Punta Penna; i percorsi delle linee subiranno variazioni che possono essere lette su www.amat.taranto.it o dell’app Kyma Amat. I negozi del Borgo domenica 6 resteranno aperti. Con le prove nel Mar Grande cresce l’attesa per la competizione di punta a livello mondiale tra catamarani volanti F50 che si terrà a Taranto sabato e domenica. Ancora qualche disponibilità di biglietti per assistere alle regate dalle tribune del Race Village (22,55 euro il costo, commissioni incluse), sia nella giornata di sabato che in quella di domenica, quando andrà in scena la finale tra i due o tre equipaggi meglio classificati al termine delle cinque regate di flotta (tre sabato e due domenica).

Disponibili gli ultimi posti, ma solo per la giornata di domenica, sulle motonavi Adria e Clodia per vivere le emozioni delle regate direttamente sul perimetro del campo di gara dove si posizioneranno anche le imbarcazioni private. Tutte le informazioni sull’evento SailGP di Taranto, con le varie modalità di partecipazione, sono disponibili al link sailgp.com/ taranto. Il primo grande evento sportivo in Italia post-pandemia con la partecipazione di pubblico sarà preceduto dalla presentazione dei progetti che SailGP dedica a Taranto nell’ambito di #raceforthefuture, il programma che crede in un mondo alimentato dalla natura e contribuisce a creare un futuro sostenibile. SailGP, infatti, ha deciso di sostenere il progetto ‘Il vento in pioppo’ dell’IRSACNR e del Dipartimento di Biologia dell’Università di Bari in collaborazione col Programma ARCA (Ambasciatori di Ricerca, Conoscenza, Ambiente), finanziando la piantumazione di pioppi in un’area di Contrada Cimino-Manganecchia, nei pressi del Mar Piccolo; il sito, utilizzato da una ex fabbrica di armi nell’800, è diventato successivamente una discarica abusiva con sversamenti incontrollati di oli fluidi dielettrici, che hanno portato alla contaminazione da PCB (policlorobifenili) e metalli pesanti, potenzialmente dannosi per la catena alimentare e per la biodiversità di queste zone umide, ricche di aironi, cigni, anatre e trampolieri. La piantumazione delle prime piantine – avvenuta alla presenza del sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, del Ceo di SailGP Sir Russell Coutts, del docente del Dipartimento di Biologia dell’Università degli Studi di Bari Roberto Carlucci, della ricercatrice dell’Istituto di Ricerca sulle Acque del CNR Valeria Ancona e di Carmen Galluzzo Motolese, presidente del Club per l’Unesco di Taranto e dell’associazione culturale “Marco Motolese” – sarà seguita da quella di ulteriori talee di pioppo nel marzo del prossimo anno, mese propizio per la piantumazione di queste piante.

L’attività segue quella avviata negli anni scorsi dall’IRSA- CNR e dal Dipartimento di Biologia dell’Università di Bari che, sempre in alcune zone contaminate di quest’area (confinante con la Riserva Naturale Regionale Palude La Vela che include l’Oasi WWF e si sovrappone al SIC “Mar Piccolo”), hanno piantumato 600 talee di pioppo tra il 2013 e il 2015, verificando la completa decontaminazione di alcuni siti. I pioppi, infatti, associano alla rilevante capacità di depurare l’aria (sottraendo all’atmosfera tra i 70 e i 140 litri di anidride carbonica ogni ora, cedendone altrettanti in ossigeno) quella di degradare i contaminanti organici e di rendere meno tossici i metalli pesanti, inibendo la contaminazione della falda. Il progetto, dunque, si fonda su una strategia sostenibile per la decontaminazione del suolo per aumentare la qualità dell’aria, del suolo e dell’acqua oltre che la resilienza dell’ecosistema del Mar Piccolo. Nel giro di due anni, infatti, gli alberi ridurranno la concentrazione di contaminanti nel suolo (PCB e HM) al di sotto della soglia di legge. Inoltre, dopo cinque anni, gli alberi diventeranno fonte combustibile a biomassa, contribuendo a ridurre di 1,48 tonnellate l’inquinamento atmosferico di CO2 emesso dal combustibile di carbone.

Con questo progetto vengono così poste le basi per creare una futura riserva naturale e una grande aula all’aperto per l’educazione ambientale delle scuole locali. Dopo la piantumazione e i prelievi di campioni di terreno per valutare la qualità del suolo, SailGP ha lanciato anche l’attività di crowdfunding ‘Adotta un pioppo’ che promuoverà durante il suo tour mondiale: in funzione dell’entità della donazione sul sito www.produzionidalbasso.com/project/ilvento- in-pioppo/ si potrà adottare un pioppo nell’area (sul quale sarà posta una targhetta in legno con il nome del donatore) o anche divenire main sponsor dell’iniziativa. Sarà anche possibile vedere l’evoluzione del progetto e la crescita dell’area piantumata attraverso foto e video, sui canali social del Programma ARCA e sul sito www.programma-arca. it nella sezione dedicata al progetto ‘Il vento in pioppo’.

«Taranto è una città splendida – ha dichiarato il CEO di SailGP Russell Coutts, medaglia d’oro olimpica e cinque volte vincitore dell’America’s Cup – e ha intrapreso un’importante transizione adottando, negli ultimi anni, misure concrete per affrontare le sue principali criticità ambientali e trasformarsi in una città ecosostenibile. SailGP mette a disposizione delle città che ci ospitano, compresa Taranto, una piattaforma per educare e coinvolgere le persone, così da accelerare il passaggio verso un futuro più pulito. Sosteniamo pienamente l’impegno del Comune per la rigenerazione del territorio e siamo orgogliosi di far parte del loro percorso ».

«Quando abbiamo selezionato SailGP e abbiamo deciso di investire in una partnership duratura con la vela internazionale – ha ricordato il sindaco Rinaldo Melucci – non lo abbiamo fatto solo in considerazione degli aspetti connessi all’attesa ricaduta economica e di immagine. Abbiamo scelto l’organizzazione guidata da Russell Coutts perché nei valori di SailGP un ruolo cruciale è assunto dai temi della transizione ecologica, della neutralità climatica, di un modello di sviluppo sostenibile e resiliente, tutto quello che i cittadini ci hanno chiesto, in sostanza, di trasferire nella nostra azione amministrativa. L’iniziativa di oggi è un segno tangibile di questo sforzo, non banale, di coniugare una entusiasmante ed attrattiva competizione con i principi che stanno animando la trasformazione della nostra comunità. Non posso che ringraziare tutti i ricercatori coinvolti e soprattutto SailGP per questa sensibilità, sono ancora più convinto che legare il nome di Taranto a questa grande organizzazione sia stata una scelta assai felice, con questi pioppi certifichiamo l’impegno di tutti noi verso gli ecosistemi e il futuro dei nostri piccoli».

Valeria Ancona, ricercatrice dell’Istituto di Ricerca sulle Acque del Consiglio Nazionale delle Ricerche, ha aggiunto: «Il progetto di risanamento Nature based, permette il recupero di un’area contaminata e contribuisce a proteggere questo meraviglioso ecosistema».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche