22 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Giugno 2021 alle 07:26:25

Cronaca News

Via alle vaccinazioni per i bambini fragili

foto di Emergenza Coronavirus
Emergenza Coronavirus

“In Puglia abbiamo cominciato a vaccinare i bambini fragili. Questi bambini tra i 12 e i 15 anni hanno bisogno di particolare protezione dal covid. Siamo contenti di essere i primi in Italia a metterli in sicurezza, le immagini delle vaccinazioni sono veramente una grande emozione. Appena ricevuta l’autorizzazione dalle autorità sanitarie abbiamo cominciato la vaccinazione anticovid. I bambini sono la cosa più importante che abbiamo e dobbiamo tutelarli soprattutto quando hanno fragilità che, grazie al vaccino, affronteranno con maggiore tranquillità”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

“Il vaccino è l’arma migliore che abbiamo a disposizione contro il covid. Quante più persone si vaccineranno, meno il virus circolerà e la ripresa autunnale sarà più facile anche nelle scuole e nelle università. La vaccinazione permetterà subito a questi bambini di riprendere una vita normale attraverso le socialità che gli è mancata e di i ad oggi ha aggravato il loro stato di fragilità. Ecco perché abbiamo subito iniziato a vaccinare gli adolescenti più fragili grazie all’aiuto delle reti ospedaliere e delle strutture di cura. I ragazzi non in carico nelle strutture, ma ugualmente con patologie, saranno seguiti dai loro pediatri che li vaccineranno. Le scuole inoltre ci metteranno a disposizione gli elenchi degli adolescenti da vaccinare negli hub esattamente come abbiamo fatto per i maturandi e per i docenti. E i caregiver dei ragazzi saranno ugualmente vaccinati se non lo sono già stati”. Lo ricorda l’assessore alla Sanità, Pier Luigi Lopalco.

In Asl Taranto, la campagna vaccinale procede secondo cronoprogramma, negli hub vaccinali, negli ambulatori e a domicilio dei pazienti fragili. Negli hub vaccinali della provincia, la somministrazione dei vaccini registrata nella mattinata di ieri è così ripartita: a Taranto, 170 dosi presso l’Arsenale della Marina Militare, 571 dosi presso la SVAM e 475 dosi al PalaRicciardi; 388 dosi a Martina Franca, 410 dosi a Grottaglie, 320 dosi a Manduria, 440 dosi a Massafra, 504 dosi presso l’hub di Ginosa, per un totale di oltre 3200 dosi somministrate negli hub jonici. A questi dati si aggiungono si aggiungono le somministrazioni del pomeriggio di giovedì, quasi 3200 dosi in totale, così ripartite: a Taranto, 218 dosi presso l’Arsenale della Marina Militare, 400 dosi presso la SVAM e 382 dosi al PalaRicciardi; 433 dosi a Martina Franca, 239 dosi a Grottaglie, 444 dosi a Manduria, 391 dosi a Massafra, 642 dosi presso l’hub di Ginosa. In totale, in provincia di Taranto si è raggiunta la quota di oltre 351.596 dosi somministrate: tra i cittadini che hanno ricevuto il vaccino, 115mila hanno completato il ciclo vaccinale.

Intanto parte anche per i lavoratori dell’artigianato la campagna di vaccinazioni nei luoghi di lavoro promossa dalle organizzazioni imprenditoriali, tra cui anche Casartigiani, e dai sindacati confederali dei lavoratori, in applicazione del Protocollo nazionale sottoscritto lo scorso 6 aprile da Governo e Parti sociali per adottare misure di contenimento alla diffusione del Covid-19 attraverso la vaccinazione in azienda. Le Parti sociali hanno affidato a San.Arti. – il Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa per i lavoratori dell’artigianato da loro promosso – la gestione del Piano vaccinale Covid-19 per accelerare la vaccinazione degli iscritti e contribuire così alla realizzazione degli obiettivi del Piano nazionale a supporto e in sinergia con le Istituzioni e gli altri attori coinvolti. L’avvio del Piano vaccinale testimonia l’impegno concreto delle Parti sociali dell’artigianato per consentire a tutti i lavoratori, che operano anche nelle imprese di più piccola dimensione, di poter riprendere l’attività in sicurezza.

«È un’iniziativa importante a sostegno delle piccole e medie imprese artigiane. Siamo sulla strada giusta». Questo il commento di Stefano Castronuovo, segretario provinciale di Casartigiani Taranto che plaude al lavoro svolto in queste settimane dalla Confederazione nazionale. «Con le vaccinazioni in azienda – aggiunge – si consentirà anche agli artigiani di continuare a lavorare in serenamente, senza alcun rischio. – commenta il segretario – Come ribadito più volte crediamo sia indispensabile garantire il diritto alla salute di tutti i lavoratori, motivo per cui daremo il nostro fattivo contributo anche in questa occasione per la diffusione della campagna vaccinale anche tra gli imprenditori delle micro e piccole imprese e i loro dipendenti». Casartigiani Taranto a tal scopo, ha attivato uno sportello per ricevere informazioni e prenotarsi per la somministrazione del vaccino Covid-19.

Chiunque fosse interessato può dunque recarsi presso la sede dell’associazione in via Santilli n. 43 o chiamare il numero fisso 0999940399. Sono 2.474.965 le dosi di vaccino anticovid somministrate sino a questo momento in Puglia (dato aggiornato alle ore 17 di ieri dal Report del Governo nazionale. Le dosi sono il 93.1% di quelle consegnate dal Commissario nazionale per l’emergenza, 2.657.035). Da ieri sono iniziate le vaccinazioni degli adolescenti fragili tra 12 e 15 anni di età, tramite le reti ospedaliere e di cura. Oggi sabato 5 giugno dalle ore 14.00 si aprono le prenotazioni per le classi di età 1987-1991 tramite i canali del sito lapugliativaccina.regione.puglia.it, con le farmacie del sistema FarmaCup e attraverso il n. verde 800713931 (da lunedì a sabato dalle 8-20)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche