25 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Giugno 2021 alle 18:55:18

Cultura News

Dalla droga al saio: la storia di frate Antonio Salinaro

foto di frate Antonio Salinaro
frate Antonio Salinaro

Sarà presentato lunedì, 7 giugno, alle 10,30, presso la sede del Circolo Ufficiali della Marina Militare, in piazza Kennedy, il film dal titolo “Dal nero al marrone” in cui si racconta la storia di frate Antonio Salinaro che dopo esser precipitato nell’inferno della droga, è riuscito a cambiare radicalmente la sua vita ritrovando la fede nel Signore e diventando un punto di riferimento per tantissimi giovani. L’evento, organizzato dall’associazione “Nuovi colori Taranto” vedrà l’intervento del regista, degli sceneggiatori e dei rappresentanti dell’associazione produttrice del film.

IL FILM
“Dal nero al marrone” è la storia di un ragazzo che cade nei meandri della droga dai quali, però, riemergerà con le proprie forze. Al centro della vicenda c’è Antonio Salinaro, meglio conosciuto come frate Antonio, oggi punto di riferimento per tanti giovani smarriti lungo il percorso della vita che sentono il bisogno di avvicinarsi alla Fede. Grazia è la protagonista femminile, una ragazza madre che negli anni ’70 si trova costretta a crescere un figlio da sola, tra le difficoltà legate ad un’idea della donna, nella società di quegli anni, decisamente antiquata. Per mantenere il suo bambino, Grazia comincia a lavorare: il piccolo Antonio cresce respirando malinconia. Una sorta di malinconia interiore, intrecciata a rabbia e ribellione. L’assenza della madre, costretta ad allontanarsi da casa per lavorare e crescere Antonio, alimentano in quest’ultimo il senso di abbandono che, presto, si trasformerà in inquietudine, manifestata attraverso atteggiamenti di ribellione che trascineranno il giovane nella trappola dell’eroina.

A causa della droga, Antonio perderà anche il suo lavoro nella Marina Militare: un ulteriore colpo che minerà il già precario equilibrio del protagonista che, presto, toccherà il fondo. La vicenda si snoda tra gli anni ‘70 ed il contemporaneo con match cut e smash cut che creano un “movimento emozionale” nello spettatore. Scopo di questo lavoro è quello di far arrivare ai più giovani un messaggio di speranza affinché non sottovalutino le insidie della droga.

REGIA E CAST DEL FILM
Il film è scritto da Dario Nistri e Giuseppe Lenti e sceneggiato dallo stesso Nistri. Nel cast gli attori Axel Caponio, Barbara Galeandro, Silvia Albarella, Davide Palmisano e il piccolo Davide Preite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche