23 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Giugno 2021 alle 16:09:36

Cronaca News

Confindustria, Bonomi: “Col Pil al 5%, l’Italia ripartirà”

foto di Carlo Bonomi
Carlo Bonomi

MANDURIA – Non bisogna fare allarmismo sul fronte licenziamenti. Lo ha detto il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, intervenendo a Manduria, al Forum in Masseria, nell’ambito della rassegna organizzata da Bruno Vespa alla Masseria Li Reni. «Si sta facendo un allarmismo ingiustificato – ha detto Bonomi – soprattutto se si considera che nelle manifatture abbiamo assunto, nel periodo da gennaio ad aprile, 120 mila lavoratori. Continuare a parlare di macelleria sociale è fuori luogo. La mediazione del presidente Draghi è stata saggia».

Bonomi ha anche rilanciato la proposta del contratto di espansione: anticipazione di cinque anni del pensionamento e assunzione di un giovane al posto di chi va in pensione in anticipo. «È notizia di oggi – ha detto ancora Bonomi – che per l’Inps non ha soldi per pagare le ultime Cig richieste per Cassa Covid. Le aziende hanno anticipato soldi e oggi scopriamo che non ci sono le coperture per gli ultimi 2 mesi. Ciononostante, le imprese continueranno ad anticipare i soldi ai lavoratori come hanno sempre fatto. Spero che difronte a una notizia del genere arrivino velocemente le coperture». Infine, la transizione: «Va accompagnata con intelligenza e il Pnrr è una grossa opportunità. Possiamo vivere un nuovo miracolo e costruire un Paese moderno, efficiente, inclusivo. Possiamo prevedere un aumento del Pil del 5%».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche