21 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Giugno 2021 alle 19:30:12

Cronaca News

Code per AstraZeneca, la Asl: «Ora si cambia»

foto di Emergenza Coronavirus
Emergenza Coronavirus

Vaccinazione anti-Covid all’hub Porte dello Jonio: si cambia. “L’alto numero di adesioni, anche di cittadini non prenotati, ha portato dei disagi nella circolazione. Asl Taranto riprogramma le seconde dosi, anche negli hub distrettuali” spiegano dall’Azienda Sanitaria. Come si legge in una nota, “prendendo atto del disagio che si è verificato nella città di Taranto, all’altezza di Via Cesare Battisti, in occasione delle sedute vaccinali eseguite in modalità drive through il 4 e il 7 giugno presso il Centro Commerciale Porte dello Ionio, la Asl Taranto intende comunicare quanto segue: per tutti i cittadini che già da oggi preferiscono non recarsi presso l’hub Porte dello Ionio, sarà cura della Asl riprogrammare a brevissimo la nuova data di somministrazione della seconda dose, che sarà eseguita presso gli hub distrettuali di riferimento. In ogni caso, l’hub vaccinale presso il Centro Commerciale Porte dello Ionio sarà attivo oggi (9 giugno) esclusivamente per i cittadini il cui appuntamento è già stato riprogrammato, ovvero che hanno ricevuto la prima dose di vaccino AstraZeneca rispettivamente il 16 e il 17 aprile, e che intendono vaccinarsi in modalità drive through”.

“Accentrare tutti i richiami nell’hub vaccinale nel centro commerciale Auchan di Taranto è una scelta illogica, che sta creando notevoli disagi ai tarantini che, in questi giorni, sono chiamati alla seconda dose del vaccino anti covid” aveva dichiarato il consigliere regionale Perrini. “L’organizzazione della somministrazione delle prime dose nei vari hub sparsi su tutta la provincia era stata – nonostante i ritardi iniziali – un’ottima soluzione. Le attese venivano praticamente azzerate o tollerate, ma ora si sta verificando il caos. La zona del centro commerciale è praticamente presa d’assalto e gli orari di prenotazioni saltati, la gente aspetta ore ed ore, il clima si surriscalda e facilmente può precipitare”. Perrini parla di “chilometri di code per chi viene da San Giorgio versante orientale, così come ci sono chilometri di code per chi viene da Taranto. Dopo aver segnalato al presidente Michele Emiliano che il disagio sta diventando disservizio, invito il direttore generale della Asl, Stefano Rossi, a ripristinare subito i punti vaccinali dislocati sul territorio”.

“Grazie ai sindaci di Ginosa, Laterza, Castellaneta e Palagianello, le seconde dosi del vaccino Vaxzevria (Astrazeneca) potranno essere somministrate negli hub distrettuali e non più soltanto nel drive through del centro commerciale ‘Porte dello Jonio’ a Taranto e già da oggi chi preferisce non andare nel capoluogo ionico può riprogrammare un nuovo appuntamento che sarà fissato a breve. Una buona notizia per tutti quei cittadini che avevano difficoltà a raggiungere Taranto e stavano addirittura pensando di non completare il ciclo vaccinale. I primi cittadini si sono impegnati per dotare gli hub di climatizzatori, in modo da poter prolungare l’orario delle somministrazioni, e la loro interlocuzione con la Asl aveva già portato alla decisione di riportare le seconde dosi di Astrazeneca negli hub a partire dall’11 giugno, poi anticipata per i problemi di sovraffollamento nel drive through. Parallelamente è prevista una riprogrammazione anche delle prime dosi sia di Astrazeneca che di Pfizer.

Fondamentale per risolvere al meglio la situazione è stata la determinazione dei sindaci nel far valere le istanze dei loro territori e proporre alla Asl soluzioni per ridurre al minimo i disagi, anche se oggi c’è la corsa da parte di alcuni a prendersi meriti non loro. Potere della campagna elettorale imminente a Ginosa. L’obiettivo è quello di procedere con le vaccinazioni il più velocemente possibile, evitando sovraffollamenti negli hub. Voglio ringraziare ancora una volta gli operatori sanitari per l’immenso lavoro che stanno facendo”. Lo dichiara il consigliere del M5S Marco Galante, che in questi giorni ha seguito la vicenda confrontandosi con i sindaci e la Asl di Taranto. Sono 2.655.870 le dosi di vaccino anticovid somministrate in Puglia (dato aggiornato alle ore 17 di ieri dal Report del Governo nazionale. Le dosi sono il 93,6% di quelle consegnate dal Commissario nazionale per l’emergenza, 2.837.585). Da oggi mercoledì 9 giugno alle ore 14.00 inizieranno le prenotazioni per le classi di età dal 1997 al 2001 tramite sito www.lapugliativaccina.regione.puglia.it, n. verde 800719331 e farmacie della rete FarmaCup.

“Bene la campagna vaccinale nella nostra regione che viaggia a ritmi sostenuti grazie alla cabina di regia regionale e al buon lavoro di concerto di medici di base e Asl competenti” dichiarano Ernesto Abaterusso (segretario regionale Articolo Uno Puglia) e Massimo Serio (segretario provinciale Articolo Uno Taranto). “Il sistema di prenotazione semplice ed accessibile, l’organizzazione abbastanza capillare degli hub in tutte le province pugliesi, sta producendo i risultati sperati, con la curva dei contagi finalmente in discesa. Riteniamo però fondamentale in questo momento non abbassare la guardia mantenendo inalterate le risorse messe in campo per l’emergenza e dunque i Centri vaccinali. Serve continuare a favorire la vaccinazione della restante fetta di popolazione per raggiungere al più presto, la percentuale di sicurezza dell’immunità di gregge (80% di vaccinati) entro settembre, come da cronoprogramma ministeriale. Ai disagi verificatosi nell’hub “Porte dello Jonio” di Taranto, nei giorni scorsi, è stato prontamente posto rimedio, ma, stante la delicata fase emergenziale, è auspicabile continuare a ponderare con prudenza le azioni future. Rivolgiamo il nostro appello al Presidente Emiliano ed al Direttore generale, Stefano Rossi, per attenzionare al massimo la questione-vaccini nella provincia jonica come in tutte le altre province della Puglia”.

La campagna vaccinale in Asl Taranto prosegue come da cronoprogramma. Nella giornata di lunedì sono state raggiunte le 376.246 dosi totali somministrate dall’avvio della vaccinazione: rispetto a questo dato, quasi 126mila cittadini hanno completato il ciclo vaccinale. In mattinata, negli hub vaccinali dell’intera provincia sono stati somministrati quasi 3500 dosi di vaccino, così distribuite: a Taranto 564 presso lo Svam, 455 dosi presso l’Arsenale e 435 dosi al PalaRicciardi; 385 dosi a Martina Franca, 351 dosi a Grottaglie, 368 dosi a Manduria, 484 dosi a Massafra, 449 dosi presso l’hub di Ginosa. Nel pomeriggio sono state somministrate oltre 1700 dosi così distribuite: a Taranto, 117 dosi presso lo Svam, 168 dosi all’Arsenale e 128 presso l’hub PalaRicciardi; 192 dosi a Martina Franca; 267 a Grottaglie; 245 dosi a Manduria, 417 a Massafra e 200 dosi a Ginosa. A questi dati, conseguiti negli hub, si aggiungono 690 dosi somministrate in ambulatorio a cura dei medici di medicina generale e 96 dosi a domicilio per pazienti fragili non deambulanti. Contagi: ieri martedì 8 giugno in Puglia sono stati registrati 8302 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 134 casi positivi: 19 in provincia di Bari, 34 in provincia di Brindisi, 39 nella provincia Bat, 8 in provincia di Foggia, 18 in provincia di Lecce, 18 in provincia di Taranto. 2 casi di residenti fuori regione sono stati riclassificati e attribuiti.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.542.091 test. 227.679 sono i pazienti guariti. 17.331 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 251.572 così suddivisi: 94.734 nella Provincia di Bari; 25.427 nella Provincia di Bat; 19.483 nella Provincia di Brindisi; 44.928 nella Provincia di Foggia; 26.687 nella Provincia di Lecce; 39.151 nella Provincia di Taranto; 800 attribuiti a residenti fuori regione; 362 provincia di residenza non nota. Calano ancora i ricoveri: l’Asl Taranto comunica che alle ore 14 dell’8 giugno l’ospedale “San Giuseppe Moscati” ospita 11 pazienti affetti da Covid, così distribuiti: 4 presso il reparto Malattie Infettive; 6 presso il reparto di Pneumologia 1 presso il reparto di Rianimazione. L’ospedale “Giannuzzi” di Manduria ospita 2 pazienti affetti da Covid, così distribuiti: 1 presso il reparto di Medicina; 1 presso il reparto di Rianimazione. L’ospedale “San Marco” di Grottaglie ospita 5 pazienti affetti da Covid, presso il reparto di Medicina. La Casa di cura “Santa Rita” ospita 15 pazienti affetti da Covid. Il Presidio Covid post acuzie di Mottola ospita 3 pazienti postCovid. Nelle ultime 24 ore si è registrato un decesso.

Per l’uscita dalla pandemia “siamo sulla buona strada, ma non ancora al traguardo”, ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella intervenendo all’Università Statale di Milano. “Non è stato uno stress test straordinario solo per l’università, lo è stato per tutti, in ogni parte del mondo ed è bene mantenere alta l’attenzione su quanto avvenuto soprattutto perché quando l’emergenza sarà alle nostre spalle sarà bene non cancellarla dal ricordo, tenerla sempre presente per ricavarne alcuni criteri di comportamento”, ha detto ancora Mattarella.

“Una delle esperienze che questa drammatica fase dalla quale stiamo cercando di uscire” è che “ognuno ha bisogno degli altri, ciascuno di noi ha avuto bisogno di tutti gli altri e viceversa, e questo è un criterio che speriamo non venga rimosso. Non lo sia a livello di relazione tra le persone, e neanche nelle relazioni tra gli Stati. E’ un insegnamento che sarà bene custodire e mettere a frutto”. Ha poi sottolineato come “in questa stagione è emerso agli occhi di tutti il valore della scienza e della ricerca. Non saremo mai abbastanza grati al mondo della scienza per la velocità e l’impegno con cui hanno consegnato all’umanità gli strumenti per sconfiggere la pandemia”.

1 Commento
  1. Flavio Franco 2 settimane ago
    Reply

    Non riesco parlare mai con un operatore del numero 099 7786256 della Unità Sanitaria di Taranto per ricevere urgenti informazioni sui richiami dei vaccini anti covid 19: Il medesimo è realmente attivo o tutto il personale è in ferie?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche