24 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Giugno 2021 alle 20:01:57

Cronaca News

Riparte la ristorazione, Casartigiani: «Fiduciosi per il futuro»

foto di Via D’Aquino, cuore del Borgo umbertino (foto d’archivio)
Via D’Aquino, cuore del Borgo umbertino (foto d’archivio)

La ristorazione riparte, anche al chiuso. «Da martedì 1° giugno, finalmente, pub, ristoranti, bar e gelaterie possono ospitare i clienti all’interno della propria attività e non più solo negli spazi all’aperto o nei dehors. Si può tornare a consumare anche al bancone, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza. Un lento ritorno alla normalità che i ristoratori accolgono con soddisfazione, specialmente quelli che non dispongono di molti posti a sedere all’aperto».

«Dopo lunghi mesi di fermo, siamo emozionati di poter tornare a lavorare normalmente e servire anche negli spazi interni dei nostri locali – commenta Vincenzo Cosa, referente della categoria ristorazione di Casartigiani Taranto – L’allentamento delle restrizioni è una boccata d’ossigeno per la nostra categoria, particolarmente martoriata negli ultimi sei mesi. La ripresa per la nostra categoria è stata positiva. Quasi sicuramente, quando anche il coprifuoco verrà eliminato torneremo a lavorare a pieno ritmo». Dal 7 giugno il coprifuoco è stato spostato alle 24 e poi il 21 giugno sarà definitivamente abolito. «È un sacrificio ma se rispetteremo le regole riusciremo a metterci alle spalle questa brutta emergenza – prosegue Cosa – Ora è importante vaccinarsi. Se tutti, responsabilmente, aderiremo alla campagna vaccinale torneremo più rapidamente alla vita di prima e contribuiremo alla ripartenza dell’economia. Siamo fiduciosi».

Dopo oltre un anno di privazioni, «notiamo che da parte dei titolari d’impresa c’è tantissima voglia di ripartire – commenta il segretario provinciale di Casartigiani Stefano Castronuovo – Sono stati mesi drammatici per l’intero comparto della ristorazione, ma ora guardiamo con ottimismo l’evolversi della situazione. I prossimi mesi saranno decisivi per uscire definitivamente dall’emergenza sanitaria ed economica. La nostra associazione, oltre a contribuire alla diffusione della campagna di vaccinazione nelle imprese artigiane, continuerà a sollecitare massima attenzione da parte delle istituzioni. – spiega il segretario provinciale – La ripartenza infatti, è possibile anche mediante gli strumenti messi a disposizione dalle amministrazioni comunale, dalla Regione e dal Governo nazionale. Per questo motivo Casartigiani sta continuando a lavorare per far arrivare alle imprese più agevolazioni possibile e garantire una piena ed equa ripresa, senza alcuna disparità tra le imprese».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche