04 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Agosto 2021 alle 01:55:00

foto di “Scuola a cavallo”
“Scuola a cavallo”

“Scuola a cavallo”: questo il nome del progetto, messo in campo dalla scuola elementare Sandro Pertini di Taranto, che sta giungendo alla sua conclusione. L’iniziativa, fortemente voluta dalla dirigente scolastica Daniela Giannico – che ha connotato il suo ruolo di indirizzo con qualsiasi iniziativa fosse volta al sociale, alla solidarietà, all’inclusione, al contrasto delle discriminazioni – è un modulo del pon “Il segreto del successo… scolastico” sull’inclusione sociale e lotta disagio, giunto alla seconda edizione. Il progetto, che si è svolto al Circolo ippico tarantino (alla Salina grande) e ha visto il coinvolgimento di quindici bambini delle terze classi, è stato realizzato dall’insegnante Maria Fumi (referente-tutor) e si è avvalso della collaborazione della nota istruttrice Paola Rotolo (esperta esterna).

Il pon si poneva come obiettivo la conoscenza di se stessi e dell’ambiente in cui viviamo, in linea con la mission dell’istituto Pertini che mira alla costruzione dell’identità, lo sviluppo dell’autonomia di pensiero e delle competenze di ogni allievo. Identità intesa come promozione della capacità di conoscere e ‘ascoltare’ se stesso per aprirsi alla relazione con l’altro: in tal senso, il cavallo si presenta come vettore efficace. I bambini, accompagnati dai propri genitori, hanno trascorso tre ore per ogni incontro, previsto due volte a settimana in orario extrascolastico in contatto con i cavalli e la natura; sono venuti a conoscenza del mondo equino: un’occasione per scoprire questo bellissimo animale in funzione didattica, ma anche le sue origini, le diverse razze, il comportamento, l’utilizzo fatto dall’uomo nel tempo, la comunicazione e la collaborazione con noi basate sulle recenti ricerche dell’etologia. Sono state incluse attività didattiche, avvicinamento al cavallo e lezioni teorico-pratiche. Siamo fiduciosi che queste lezioni in presenza, svolte al Circolo ippico, segnino una svolta definitiva rispetto alle tante attività che la nostra scuola mette in campo, ogni anno, per dare ai bambini tantissime occasioni di conoscere ambiti nuovi.

«Mi preme ringraziare la maestra Fumi – ha concluso la dirigente scolastica, Daniela Giannico – per aver accolto con entusiasmo la mia proposta e averla portata avanti tra mille difficoltà». Questo progetto rappresenta, infine, la ripartenza delle attività extracurricolari del XIII circolo “Sandro Pertini” ed è, perciò, un’occasione di ripresa a testimonianza della resilienza che la scuola italiana ha saputo dimostrare nei due trascorsi anni scolastici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche