30 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 30 Luglio 2021 alle 21:23:00

Lucio Lonoce
Lucio Lonoce

Il presidente del Consiglio Comunale di Taranto Lucio Lonoce lamenta ritardi nella disinfestazione della rete fognaria da pare dell’Acquedotto Pugliese. Lonoce spiega di aver raccolto proteste e segnalazioni degli abitanti di diversi quartieri di Taranto. Segnalazioni che riguardano la presenza di scarafaggi spuntati dai tombini della rete fognaria, puntualmente con l’arrivo del caldo estivo. “Con rammarico e disappunto -esordisce Lonoce- sono costretto a denunciare i ritardi con cui Aqp procede (sarebbe meglio dire “non procede”) alla deblattizzazione nei vari quartieri tarantini. Le segnalazioni di disagi da parte dei cittadini stanno aumentando di giorno in giorno per la presenza un po’ ovunque degli sgradevoli “ospiti”.

Dal centro storico a San Vito, da Paolo VI alla Salinella: un coro di indignazione contro l’Acquedotto pugliese (responsabile, lo ricordo a scanso di equivoci, della manutenzione e della disinfestazione della rete fognaria) che non può restare inascoltato”. Il presidente del Consiglio Comunale, nel lamentare i ritardi, spiega di aver già inoltrato da tempo alcune sollecitazioni all’Aqp per richiedere interventi di disinfestazione delle fogne. “Anzi, l’ente in questione è già in grave ritardo – è il commento di Lonoce- nel completamento di queste operazioni, nonostante le mie tempestive e ripetute sollecitazioni in tal senso, a cui non sono seguiti atti concreti, denotando così uno scarso rispetto di un rappresentante istituzionale dei cittadini. E non ci si venga a dire – continua riferendosi all’Aqp- che la colpa è dei singoli condomìni che non effettuerebbero la pulizia dei pozzetti interni, poiché ci risulta che la stragrande maggioranza degli stabili ha regolarmente eseguito tali operazioni, affidandosi a ditte private specializzate. Né si possono addebitare alla pandemia, se non in minima parte, i ritardi di queste deblattizzazioni, che sarebbero servite, se eseguite in tempo utile, a eliminare le larve e quindi a evitare la proliferazione dei fastidiosi insetti”.

Lonoce, inoltre, sollecita anche altri interventi, su diversi fronti: “Ribadisco pertanto, questa volta in forma pubblica, l’invito ad Aqp affinché intervenga rapidamente e radicalmente in tutta la città per garantire decoro, igiene e sicurezza, rimediando ai gravi ritardi sin qui inspiegabilmente accumulati. Così come stigmatizzo la mancanza di rispetto che sempre Aqp ha manifestato in occasione degli scavi eseguiti sulla Circonvallazione dei fiori a Lama e poi ricolmati in maniera approssimativa e pericolosa, suscitando le legittime proteste dei residenti e dei cittadini in transito in quella zona. Anche per questa problematica – conclude Lonoce- attendiamo interventi urgenti ed eseguiti a regola d’arte, ricordando che tutti i servizi resi o che dovrebbero essere resi da Aqp sono pagati a caro prezzo dai tarantini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche