31 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 31 Luglio 2021 alle 12:58:00

foto di Il MarTa di Taranto
Il MarTa di Taranto

Siamo nell’800, quasi lungo lo stesso meridiano, nel cuore del Mediterraneo. È in questo secolo che nascono, a pochi anni di distanza, due importanti istituzioni museali che, in occasione delle Giornate Europee dell’Archeologia, hanno deciso di raccontare, in un progetto congiunto, la storia che proprio tra la Puglia e la Sicilia influenzerà la matrice culturale, politica e sociale di tutta l’Italia. Sono il Museo Archeologico Nazionale di Taranto e il Museo Archeologico Regionale “Antonino Salinas” di Palermo che il 20 giugno alle ore 18 saranno insieme in diretta Facebook e Youtube. Luigi Viola, padre del Museo di Taranto e Antonino Salinas, archeologo e primo direttore del museo palermitano, accompagneranno idealmente questo viaggio di riscoperta di una parte della storia del Mezzogiorno che proprio in quegli anni difendeva il proprio grande patrimonio archeologico da una continua e incessante dispersione dovuta anche a furti e trafugamenti illegali.

Il MArTA e il Museo Salinas sono, dunque, ieri come oggi due luoghi in cui il passato si preserva e si fa humus per lo sviluppo presente e futuro. «Ci sembrava il miglior modo per celebrare le Giornate Europee dell’Archeologia dal 18 al 20 giugno,promosse nei 47 paesi membri del Consiglio d’Europa dall’Inrap (Institut National de Recherches Archéologiques Préventives) e dal Ministero della Cultura» commenta la direttrice del MArTA, Eva Degl’Innocenti. «È un bell’esempio di sinergia tra due grandi istituzioni del Sud quella che cominciamo a sperimentare, in queste giornate Europee dedicate all’archeologia – dice Caterina Greco, direttrice del Museo “Salinas” di Palermo – Sia il MArTA che il Salinas hanno molte storie da raccontare, a partire dai rispettivi processi di formazione nel XIX secolo, e soprattutto condividono una matrice archeologica comune che nell’antichità rese la Magna Grecia e la Sikaníe fulcro generatore di nuove identità culturali nel cuore del Mediterraneo centrale».

Il programma delle Giornate Europee dell’Archeologia nel Museo MArTA di Taranto prevede conferenze, visite guidate tematiche e approfondimenti a cura di archeologi e attività didattiche realizzate in collaborazione con il Comitato Italiano per l’Unicef Onlus. Si inizia venerdì 18 giugno. Dalle ore 15.30 alle ore 16.30 sarà la professoressa Silvia De Vitis, archeologa e responsabile del progetto didattico tra l’Istituto Calò ed il MArTA, ad accompagnare i visitatori lungo un percorso all’interno delle Sale XXIV e XXV del Museo alla scoperta della Taranto tardoantica e altomedievale. Sabato 19 giugno dalle ore 8.30 alle ore 12.30 gli studenti di prima e seconda media dell’Istituto Comprensivo “Europa-Alighieri” di Taranto, parteciperanno all’interessante progetto “Lost in Education”, voluto dal MArTA e da Unicef nell’ambito del Patto Educativo di Comunità per Taranto.

Dopo una visita guidata alla scoperta dei reperti delle sale del MArTA legati al tema dei giochi atletici e dello sport in Magna Grecia, a cura dello staff del Museo, vi saranno (sempre a cura dello staff museale) delle simulazioni di attività sportive dell’antica Grecia (salto in lungo con i pesetti, gli halteres) e introduzione al gioco del rugby a partire dai suoi antecedenti dell’antichità classica. L’attività didattica, della durata di circa 1 ora e 30, si svolgerà nel chiostro del Museo. Dalle ore 17.00 alle ore 19.00 si potrà prenotare la visita guidata alle collezioni del Museo con approfondimenti dedicati al tema delle calzature nell’antichità classica.

Alle ore 18.00, invece, si suggella un altro importante patto collaborativo tra due istituzioni museali, nel segno della ricerca storico-archeologica e del lavoro congiunto. In diretta sui canali Facebook e Youtube del MArTA, infatti, la direttrice del Museo tarantino, Eva Degl’Innocenti, introdurrà la relazione della direttrice del Museo Archeologico Regionale “Antonino Salinas” di Palermo, Caterina Greco, che ci parlerà della storia dell’importante museo “Antonino Salinas” dal 1820 ad oggi, tra storia, formazione e prospettive future. Domenica 20 giugno, sempre nell’ambito delle Giornate Europee dell’Archeologia dalle ore 11.00 alle ore 13.00, lo staff del Museo Archeologico Nazionale di Taranto, vi accompagnerà in una visita guidata in presenza al MArTA, dedicata al tema “Ludus. Giochi e giocattoli nel mondo greco e romano attraverso le collezioni del MArTA”. Sempre domenica 20 giugno dalle 17 alle 19 è prevista un’ulteriore visita guidata tematica con approfondimento, a cura del personale del Museo, dal titolo “Il mestiere dell’archeologo. Dallo scavo stratigrafico all’allestimento museale”. L’attività si svolgerà dalle ore 17.00 alle ore 19.00 con le seguenti modalità: approfondimento di circa 30 minuti nella sala multimediale del secondo piano del Museo sulla metodologia dello scavo stratigrafico, seguita da una visita accompagnata all’interno del percorso espositivo (1h30 ca. di durata) con focus sullo scavo e sullo studio dei contesti archeologici. Tutte le visite guidate sono inserite nel costo del biglietto di ingresso: la fascia oraria della visita deve essere prenotata on-line acquistando il biglietto del Museo per lo stesso orario di ingresso della visita all’indirizzo: https://www.shopmuseomarta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche