04 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Agosto 2021 alle 01:55:00

Cronaca News

Rifiuti industriali nella gravina Leucaspide, scontro in aula

foto di Rifiuti industriali nella gravina Leucaspide
Rifiuti industriali nella gravina Leucaspide

Scintille nel processo sulle collinette di rifiuti industriali dell’Ilva nella gravina Leucaspide. Fra i difensori degli imputati e quelli delle parti civili si è innescato un’acceso scontro dialettico in seguito ad una richiesta avanzata dai primi. I legali hanno chiesto il rinvio dell’udienza finalizzato ad unificare il procedimento ad un altro sulla stessa vicenda, in fase di udienza preliminare, il cosiddetto Leucaspide 2, con analoghe contestazioni a carico degli imputati.

Si sono opposti gli avvocati delle parti civili, sostenendo l’inammissibilità della richiesta. Il collegio giudicante della Prima Sezione Penale del Tribunale di Taranto ha respinto la richiesta di rinvio. Nel processo, il Comune di Taranto si è costituito parte civile, tramite l’avvocato Emidio Attavilla che ha chiesto un risarcimento danni pari a 50 milioni di euro in caso di condanna degli imputati. Nel procedimento sono coinvolti 9 imputati.

Sotto accusa, ancora una volta, è finita la gestione Riva dello stabilimento siderurgico di Taranto. Il pm Mariano Buccoliero ha contestato i reati e disastro ambientale e di deturpamento di bellezze naturali ai proprietari Fabio Riva, Claudio Riva, Nicola Riva, Cesare Federico Riva, Angelo Massimo Riva, al direttore generale dello stabilimento Luigi Capogrosso, al responsabile delle discariche dello stabilimento Renzo Tommasini, al responsabile del laboratorio ecologia Antonio Gallicchio e al dirigente Domenico Giliberti. Secondo l’accusa, avrebbero smaltito 5 milioni di tonnellate di rifiuti industriali pericolosi e non sull’argine sinistro della gravina Leucaspide, alterando una zona di pregio paesaggistico e inquinando terreni e falda acquifera. L’udienza è stata aggiornata al primo ottobre prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche