28 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 28 Novembre 2021 alle 06:56:13

Cronaca News

Confcommercio, “Stop all’ex Ilva, lo scontro sarà ancora inevitabile”

Leonardo Giangrande
Leonardo Giangrande

Sulla sentenza del Consiglio di Stato interviene il presidente provinciale di Confcommercio Taranto Leonardo Giangrande. L’auspicio di Giangrande è che la politica decida sul destino di Taranto. “L’attività produttiva di Acciaierie d’Italia – Giangrande- proseguirà dunque con regolarità. Per i giudici i dati sull’inquinamento non provano in modo certo l’esistenza di anomalie, tali da costituire pericolo. In poche parole non è cambiato nulla: il pericolo c’è ed è riconosciuto persino dai giudici del Consiglio di Stato, ma non saranno le sedi giudiziarie a dare le risposte che la città si attende sul futuro di Taranto”.

Dal Governo, continua il presidente di Confcommercio, si attendono risposte concrete: “Il Ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, commentando la sentenza del Consiglio di Stato ha annunciato che ora il Governo procederà spedito sul piano industriale ‘ambientalmente compatibile’, ma quante volte sono stati fatti annunci di questo tenore? E, cosa significa ambientalmente compatibile? Giustamente il testimone ora passerà allo Stato, il cui obiettivo principale è innanzitutto – sottolinea Giangrande- garantire lo sviluppo della filiera dell’acciaio, al di là di ogni transizione ecologica.

Non meno importante è però il ruolo della politica che deve chiaramente esprimersi sul destino di Taranto. Da una parte c’è la richiesta del sindaco Melucci e della Regione, e di una parte della comunità locale e del mondo delle associazioni, e tra queste Confcommercio Taranto, che chiedono la ‘chiusura dell’area a caldo dello stabilimento’, dall’altra ci sono i sindacati, gli industriali e una parte della politica e che parlano di processi che garantiscano la sostenibilità ambientale, economica e sociale”. Secondo Giangrande la contrapposizione sarà difficile da ricomporre: “Due mondi, due visioni, due prospettive di futuro. Lo scontro -è la sua conclusione- sarà inevitabile.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche