31 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 31 Luglio 2021 alle 13:54:00

Cultura News

Maria Rosaria Basile: «È stato tormentato, ma ricco di attività»

foto di Salvatore Sibilla, Maria Rosaria Basile, Rosa De Benedetto e Fabiano Marti
Salvatore Sibilla, Maria Rosaria Basile, Rosa De Benedetto e Fabiano Marti

Il Lions Club Taranto Poseidon sta per concludere l’anno sociale che, nonostante le limitazioni dovute al virus killer, è stato fitto di impegni ad ampio raggio, dai service sociali a quelli culturali. Un anno, anzi un biennio (la presidenza, infatti, è stata duplicata per permettere la conclusione dei service iniziati) tormentato dai problemi che sappiamo, ma che, a giudicare dalla lunga lista di attività svolte e portate a termine dal club, non hanno scoraggiato, tanto meno bloccato – tutt’altro!- i soci di questo sodalizio che è di punta e di spicco nel territorio.

Non va dimenticato – e i soci ci tengono a dirlo – che la prima donna del Distretto Lions di Puglia (108 AB) ad aver ricoperto la prestigiosa carica di Governatore e l’ancor più prestigiosa carica di Presidente del Consiglio dei Governatori, è stata una socia del Poseidon, Flora Lombardo Altamura, alla quale recentemente il presidente internazionale Jung-Yul Choi ha conferito, per gli alti meriti e l’impegno profuso nel lionismo, il riconoscimento di Good Will Ambassador (Ambasciatore di Buona Volontà) che solo una ventina di lions in tutta Italia hanno ottenuto. Sono, queste, le eccellenze del lionismo di cui essere fieri. Va da sé che l’onore ricade sul club, ma anche sulla città, sotto la lente d’ingrandimento del lionismo internazionale. Anche questo è un successo che si aggiunge al medagliere del biennio ormai concluso. Ce ne parla la presidente in dirittura d’arrivo, Maria Rosaria Basile alias Rosellina, già chirurgo del nostro Ospedale Civile SS. Annunziata, che per due anni si è impegnata generosamente in “full immersion” nella sua attività di Presidente. Allora, cominciamo dai service più importanti e più impegnativi «Prima di tutto il recupero del Tesoretto di Specchia: 214 monete d’argento risalenti al III secolo a.C. ritrovate nel 1952 a Specchia, nel Salento, antico territorio della Messapia.

IL Club ha sostenuto le spese per pulizia, restauro, catalogazione, esposizione delle preziose monete oggi visitabili nel MArTA. Questo service si è concluso nello scorso mese di ottobre. Nel mese di marzo del 2020, in piena pandemia, abbiamo partecipato a una raccolta fondi promossa dal Distretto per l’acquisto di 6 ventilatori polmonari da donare a 6 ospedali, uno per ciascuna provincia della regione. Quest’anno, a marzo, insieme alla Vicepresidente Rosa De Benedetto, su richiesta del sindaco Rinaldo Melucci, ho consegnato al presidente della Fondazione Cittadella della Carità di Taranto due defibrillatori del tipo AED plus. Era presente anche il vice sindaco, Fabiano Marti. Un apparecchio è stato posto nel reparto di cardiologia e l’altro è stato messo a disposizione della riabilitazione, sia cardiologica che neuromotoria ».

Questo biennio è segnato da uno spartiacque: il virus, che ha bloccato le attività, specialmente culturali, in presenza. Quali sono state, ad esempio, le conferenze, prima e dopo la pandemia?
«Prima della pandemia, mi piace ricordare la conferenza del nostro socio, Antonio Tagliente, intitolata “Un mare di plastica”, nel Salone della Provincia, sul fenomeno dell’inquinamento marino causato dai rifiuti a base di plastica; la presentazione del libro “Siamo Palermo”, di Simonetta Agnello Horby, in collaborazione con altre associazioni culturali; e la conferenza di Giuseppe Sarcinelli che ha illustrato le fasi del restauro del tesoretto di Specchia. Ugo de Carolis, amministratore delegato di Aeroporti di Roma, ha evidenziato i progressi compiuti negli ultimi dieci anni nella gestione dell’aeroporto di Fiumicino con un’attenzione particolare all’ambiente. In memoria della Shoah, un avvenimento importante, nel Salone degli Specchi, è stato il recital di poesie e brani antologici sul tema della deportazione e dello sterminio degli ebrei nei campi di concentramento, scelti e interpretati dalla nostra socia, José Minervini e intervallati da brani musicali di autori deportati nei campi di concentramento, brani eseguiti al pianoforte dal maestro Dante Roberto con la regia di Silvana Milella. Aggiungo la proiezione del film “Torna a casa Jimi”, per la raccolta fondi finalizzata alla campagna LCIF 100, e, qualche giorno fa, in una serata di beneficenza, la presentazione del libro di Gaetano Appeso “Asia estrema”».

Naturalmente, gli incontri in streaming.
«Certo. Nello scorso mese di marzo, insieme ad altri club, abbiamo organizzato un’importante conferenza sulla pandemia Covid 19 con illustri relatori; insieme al Lions Club Taranto Città dei Due Mari e alle New Voices abbiamo partecipato a un Webinar su una problematica di scottante e purtroppo tragica attualità: la violenza sulle donne. Titolo: Non permettere di farti a pezzi. L’incontro è servito a far conoscere il Centro Antiviolenza “Sostegno Donna”, voluto dal Comune di Taranto e gestito dalle Associazioni Alzaia e Sud Est Donne. Nel maggio dell’anno scorso sottolineo un’iniziativa delle New Voices e in particolare della nostra socia Flora Lombardo Altamura, più volte Coordinatore Distrettuale del Progetto Donna–Incremento Femminile. Quest’iniziativa consiste nel divulgare l’opportunità di ricorrere ad un supporto immediato delle forze dell’ordine in caso di imminente pericolo di violenza nelle mura domestiche. Per inciso, nel mese di novembre abbiamo portato avanti una campagna di sensibilizzazione a sostegno del NO alla violenza contro le donne a mezzo di stampa locale, social, volantini e informazioni via chat. Per restare in tema, con l’autorizzazione del sindaco Melucci (che in seguito ha elogiato il nostro Club per l’impegno sociale), per dire NO alla violenza contro le donne, abbiamo rivestito di rosso una panchina del centro cittadino, che abbiamo presieduto per un’intera giornata. Né potevamo dimenticare il settimo centenario della morte di Dante. Sempre a marzo, in occasione del Dantedì, in un webinar (che ha registrato un gran numero di connessioni), la nostra socia José Minervini, presidente del Comitato di Taranto della Società Dante Alighieri, ha parlato dell’attualità della poesia dantesca e del significato del “Dantedì”».

Chi segue l’attività del Lions Club Taranto Poseidon sa bene che una vostra attenzione speciale è sempre stata rivolta al mondo dell’infanzia, dell’adolescenza e delle famiglie disagiate.
«È vero. Per circa tre mesi alcuni soci del Club, a nome del Club stesso, hanno sistematicamente rifornito l’Asilo Paolo VI di generi alimentari idonei ai piccoli ospiti dell’asilo e abbiamo contribuito al mantenimento dell’Ente Morale Paolo VI pagando la fornitura dell’energia elettrica necessaria al funzionamento dell’Asilo. A proposito, tra le nostre attività vorrei segnalare anche la donazione alla sede dell’AIPD di Taranto, creata e curata dal socio Nino Leone, di materiali necessari per lo svolgimento di piccoli lavori di artigianato da parte degli assistiti dalla struttura, e poi la donazione di generi alimentari all’Associazione benefica ABFO, che sostiene le famiglie bisognose di un quartiere disagiato di Taranto, e alla parrocchia di Sant’Antonio; inoltre, con un accordo fra il Club e “l’Orchidea” della socia Francesca Intermite, si è deciso di devolvere parte del ricavato della vendita di panettoni artigianali alla Caritas diocesana. Voglio ricordare, inoltre, la partecipazione ad un concerto per la raccolta fondi destinati all’acquisto di attrezzature per il reparto di pediatria oncologica dell’Ospedale SS. Annunziata e soprattutto la partecipazione, anche da parte di tutti noi, insieme al Leo club di Taranto, alla donazione all’ANFFAS-Taranto-Dante Torraco di un pulmino attrezzato per il trasporto dei disabili, ma anche la donazione di materiale (ombrelloni e panche) per consentire la didattica all’esterno e poi uova di Pasqua agli assistiti del centro di assistenza disabili Anffas- Taranto – Dante Torraco e, quest’anno, la donazione delle barrette di cioccolato e dei pandorini acquistati dal Leo club di Taranto, per dare ai ragazzi della Fattoria Amici e Anffas – Taranto – Dante Torraco almeno un po’ di quella gioia che è fatta anche di piccole cose e piccole attenzioni».-

Una sensibilità la vostra, credo, sollecitata anche dall’esempio di Marisa Torraco, figlia dell’indimenticabile professor Dante Torraco, che spese tutta la sua vita a favore dei disabili; un’opera straordinaria, continuata da Marisa, socia del Poseidon.
«Senza dubbio. E Marisa, quest’anno, riceverà la Melvin Jones, importante onorificenza lionistica, insieme ad Antonella Perricelli e ad Angela Pozzessere. Mi piace ricordare, inoltre, sfogliando l’album dei service, la donazione di 4 tablet a studenti bisognosi dell’Istituto comprensivo Galileo Galilei per consentire loro di seguire i corsi didattici a distanza. Era presente anche l’assessore comunale alla P.I. Né si poteva restare insensibili all’iniziativa per aiutare i genitori di Vincenzo, un bambino del Rione Tamburi, affetto da linfoma inflobastico primitivo che doveva recarsi a Roma per il trapianto di midollo e qui restare due mesi. Poi l’adozione a distanza di un bimbo del Burkina Faso, per assicurare la sua istruzione, e l’attribuzione di una borsa di studio a un ricercatore sulla storia e l’archeologia della Magna Grecia. Un’ultima cosa realizzata per i giovani: sono state consegnate al parroco della chiesa di San Giuseppe le targhe che testimoniano la ricostruzione del campetto di calcio eseguita dal nostro Club sotto la presidenza di Flora Lombardo Altamura con un notevole impegno economico che continuò anche in anni successivi».

E poi il service Viva Sofia per le attività di primo intervento nel caso di ostruzione delle vie respiratorie e di rianimazione, attività illustrata agli alunni del Liceo Archita dal lion dottor Francesco Pastore; la raccolta e il riciclaggio di occhiali usati… ricordo bene?
«Aggiunga il sostegno alla cooperativa “La mimosa” che si occupa dell’accoglienza di minori in situazioni di disagio psico-sociale. È nostro dovere ricordare quanto abbiamo fatto, non per vanità, ma per testimonianza. “Il valore fondamentale del lionismo è l’amicizia». Infatti, fra le cose più simpatiche del club ci sono le cene d’amicizia. Quest’ultimo anno sociale è iniziato con una cena anche per festeggiare la nascita di Elena, figlia della nostra socia, Adriana Urbani Maraglino. A proposito: prossimi soci? «Nicola Causi e due soci onorari: Eva Degl’ Innocenti e Augusto Ressa»

Il Lions International combatte su scala mondiale il diabete…
«E noi, in occasione della giornata mondiale del diabete, abbiamo ottenuto dal sindaco Melucci la possibilità di illuminare di colore blu il Palazzo di Città».

Un formidabile colpo d’occhio.
«Come il calendario 2020 che la prossima presidente, Rosa De Benedetto realizzò con le fotografie artistiche scattate da lei, tramonti stupendi. Un atto d’amore verso la città e per destinare il ricavato della vendita ai service programmati dal Club». Prossima presidente, dunque, la dottoressa Rosa De Benedetto, già Dirigente del Comune di Taranto. Bene: Flora, Rosellina, Rosa…tanto per restare in giardino. Ne riparleremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche