31 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 30 Luglio 2021 alle 21:23:00

News Provincia di Taranto

Parisi: «A Ginosa per la Tari nessun aumento. Anzi riduzione e numerose agevolazioni»

5% per i nuclei famigliari e attività commerciali

II sindaco di Ginosa Vito Parisi
II sindaco di Ginosa Vito Parisi

“Nessun aumento. Al contrario. Riduzione dell’importo da pagare e riconferma di numerose agevolazioni. L’avevamo promesso nei consigli comunali precedenti e abbiamo mantenuto la parola: essere vicini ai cittadini e alle attività economiche in difficoltà.
La tassa rifiuti 2021 sarà inferiore a quella del 2019 e del 2020 e diverse riduzioni saranno applicate, specialmente per i soggetti più colpiti dalle restrizioni legate all’emergenza pandemica, ma anche per tutti gli altri”.
E’ quanto ha dichiarato il sindaco di Ginosa, Vito Parisi, alla luce dell’approvazione in Consiglio comunale del 30 giugno 2021 del conto Tari 2020, delle Tariffe 2021, delle riduzioni e delle copiose agevolazioni da applicarsi in automatico per gli avvisi per il pagamento della Tari 2021 a cittadini e attività economiche locali. Gli avvisi verranno spediti nel mese di agosto con prima rata in scadenza dal 5 settembre .Ecco la sintesi delle novità del 2021 al fine della verifica della corretta applicazione: nessun aumento, ma riduzione complessiva finale di circa il 5% rispetto al 2020; conferma agevolazioni 2019 e 2020; applicazione delle riduzioni per attività chiuse per Covid-19; applicazione agevolazione aggiuntiva dell’8% per tutti i nuclei familiari; applicazione agevolazione aggiuntiva dell’8% per tutte le attività economiche; nuovo regolamento aggiornato e revisionato.
Ecco il dettaglio di riduzioni e agevolazioni 2021: riduzione 25% per le attività con chiusure e restrizioni Covid-19; riduzione 25% per le attività industriali e produttive proporzionata ai giorni effettivi di chiusura; applicazione per i professionisti iscritti agli albi della tariffa più adeguata alla loro effettiva produzione di rifiuti con riduzione stabile di circa il 50%; riduzione del 15% della tariffa variabile per le case in campagna che si aggiunge alla riduzione già del 33% dell’anno 2019 e 2020;
riduzione aggiuntiva del 25% della tariffa dei B&B, affittacamere senza cucina per minore produzione rifiuti così come nel 2020; esenzione totale per chi attiva la partita Iva; esenzione totale per chi si insedia nel centro storico e sul lungomare di Marina di Ginosa; riduzione tariffa del 30% e 20% per ristoranti/ortofrutta/pescherie banchi di mercato/bar/caffetterie, amburgherie e birrerie; bonus per linkmate e PagoPa; riduzione 30% quota variabile seconde case residenti; riduzione 30% quota variabile seconde case non residenti; riduzione 30% per produzione rifiuti speciali; riduzione tariffa con esonero per studenti universitari fuori sede e lavoratori fuori sede; riduzione compostaggio; riduzione residenti all’estero; riduzione attività stagionali fino a 6 mesi; bonus eco-compattatore; bonus sicurezza; bonus plastic free; bonus acquisto carrellati per raccolta rifiuti; esenzione isee totale per valori fino a 2.500 euro; riduzione 50% per valori da 2.500 euro a 4.000 euro.
L’Amministrazione comunale precisa che l’esenzione totale o parziale per Isee, è applicabile solo per una casa non di lusso e di dimensione normale con rendita catastale contenuta.
In accoglimento delle richieste delle Associazioni di Categoria, le riduzioni per le restrizioni Covid-19 sono mirate a chi realmente non ha aperto le attività o le ha condotte in forma ridotta. Le scadenze sono state differite al massimo, dal 5 settembre fino al 5 dicembre 2021, al contrario di prima, da maggio a novembre. La prima rata si potrà pagare entro 15 giorni dalla ricezione della busta senza sanzioni e interessi in caso di ricezione tardiva.
“Tutte queste agevolazioni sono il frutto del buono stato dei conti comunali, dell’intervento del Governo a seguito delle difficoltà legate al Covid-19 e dell’attenzione costante per tutte le categorie – ha dichiarato l’assessore alle Politiche Tributarie, Domenico Gigante – in questi ultimi tre anni si è investito gran parte del miglioramento dei conti di bilancio alla riduzione della pressione fiscale. Nel corso dell’ultimo anno l’aiuto è stato moltiplicato proprio per ristorare delle perdite subite dagli operatori economici locali, ma abbiamo anche ridotto per tutti l’importo finale dell’8% per neutralizzare il conguaglio tariffe di Ager Puglia, che avrebbe comportato l’aumento del 3% per l’anno 2020 e 2021. Reitero, come l’anno scorso, l’invito a controllare che ci siano i dati precisi del nucleo familiare e dei metri quadri della attività, o se ci sono state variazioni in corso di anno che non sono state comunicate all’ufficio dell’Ente, nonchè l’applicazione della riduzione finale complessiva di circa il 5% rispetto al 2020, frutto dell’applicazione delle riduzioni ed agevolazioni mirate e specifiche e al netto del conguaglio Ager 2020-2021.
Anche se l’avviso è chiaro e contiene tutte le informazioni necessarie in base alle normative, l’Ufficio Tributi rimane a disposizione per chiarimenti e rettifiche dei dati inseriti e delle somme a mezzo mail o linkmate”.
Anche per quest’anno, per maggiore trasparenza e per evitare applicazioni di sanzioni, tra le pagine dell’avviso, ci sarà il dettaglio delle somme non pagate per gli anni pregressi, utili per sanare la propria posizione anche con un piano di rientro agevole e rateale per tutti, alla luce della deroga già approvata dall’Amministrazione per i criteri di concessioni delle rateazioni per il 2021, che consentono di evitare la ricezione dell’avviso di accertamento. Per limitare gli accessi, si invita ad utilizzare prevalentemente la seguente mail del Comune a cui trasmettere le istanze di correzione, rateazione, modifica o applicazione delle agevolazioni: tributi@comune.ginosa.ta.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche