04 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Agosto 2021 alle 06:24:25

News Spettacolo

Jack Savoretti e il suo nuovo album di inediti

foto di Jack Savoretti
Jack Savoretti

«Quando ero piccolo passavo tanto tempo d’estate al mare con i miei genitori, anche di notte, probabilmente troppo per essere un ragazzino, ma lo adoravo. Ricordo che una volta c’era così tanta vita, una parola più giusta di felicità: le persone attorno a me stavano vivendo davvero e c’era una colonna sonora di quello stile di vita fatto di divertimento, feste, balli, il tutto vissuto con intensità». É Jack Savoretti, cantautore anglo-italiano, a sintetizzare l’estate al mare nella Genova di suo padre Guido, una città che ha molto in comune con Taranto.

L’artista ha pubblicato il nuovo album “Europiana” con undici brani scritti a cantati in inglese, fra cui il nuovo singolo “Secret life”, il cui video, diretto da Calum Macdiarmid, inizia tra gli scaffali di un supermercato, dove Jack Savoretti gira a bordo di un carrello della spesa: quello è il punto di partenza per iniziare un percorso che lo porterà a muoversi nella città di Londra e tra le campagne del sud dell’Inghilterra, sempre sospeso a mezz’aria nel piccolo spazio del carrello. Tra l’ironico e lo straniante, l’artista accompagna lo spettatore in un viaggio nel lato più misterioso e privato di sé: un viaggio che alla fine lo conduce tra le braccia della persona amata, che lo riporta letteralmente con i piedi per terra. «Ho scritto questo brano con Samuel Dickson, una delle mie persone preferite al mondo, che ha avuto un ruolo fondamentale nella mia ricerca a livello testuale e di sound – ha confidato – Sam ha davvero una sorta di tocco magico, per questo gli ho parlato praticamente subito di questo disco e dell’intero concept e proprio in questo pezzo abbiamo trovato quel sound che cercavamo, che penso di aver cercato per tanto tempo».

A due anni dal successo di “Singing to strangers”, che ha debuttato al primo posto nella classifica UK, e dopo il brano solidale “Andrà tutto bene”, il suo primo singolo in italiano scritto insieme ai fan, Jack Savoretti torna con “Europiana”, anticipato da “Who’s hurting who” feat. Nile Rodgers, un album che vuole far ballare, sorridere e ricordare, grazie ad un sound vintage ma allo stesso tempo moderno e per la seconda volta consecutiva Jack Savoretti scala la classifica UK e conquista la vetta posizionandosi al primo posto con questo nuovo album. Il nuovo progetto ha preso vita nella casa dell’artista, in cui lui e la sua band si sono riuniti per scrivere l’album, trasformando il salotto in uno studio di registrazione e racchiudendo un sentimento genuino di condivisione e complicità. “Europiana” diventa così il manifesto di un nuovo percorso musicale, a cui l’artista ha voluto dare un nome ed una forma precisa nelle undici tracce registrate nei celebri studi di Abbey Road proprio a 90 anni dalla creazione dei mitici studios. “I remember us”, brano che apre l’album nonché prima canzone scritta, è emblematica del sentimento di vicinanza alla famiglia, del desiderio di non perdere mai di vista quell’amore e non darlo mai per scontato.

«È il primo brano che ho scritto per questo album – ha rivelato – La musica italiana, quella con cui sono cresciuto, mi ha molto influenzato, ma a un certo punto ho realizzato che non si trattava solo della musica italiana, ma anche francese, spagnola e un po’ tedesca e scandinava: era un sound europeo, quello che stavo cercando». “More than ever” è incentrata sul ricordo d’infanzia delle estati trascorse in Italia,“Too much history” porta con sé le ‘vibes’ delle serate passate a divertirsi, “Dancing in the living room” è un disco-soul e racconta le notti in cui si torna a casa con le persone più care dopo una serata fuori e si resta svegli a ballare insieme. Anche “Each and every moment” si presenta come un brano trascinante, che invita ad abbandonarsi alle emozioni e godere appieno di ogni momento, senza pensare troppo al domani. Seguono “The way you said goodbye”, “Calling me back to you”, fino a “War of words”, una lezione di vita che Jack Savoretti lascia ai propri figli, che partecipano al brano stesso. «Volevo concludere l’album con un senso di speranza, come un proposito per i miei bambini, da tenere a mente quando guardano avanti – ha precisato – Voglio che imparino a capire quanto le parole possano essere potenti e insignificanti, perché le parole possono essere entrambi». L’artista è pronto a tornare ‘live’ nel 2022 partendo dall’Italia (Milano, Firenze, Roma e Bologna) e toccando tutta Europa per presentare il nuovo album.

Franco Gigante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche