31 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 31 Luglio 2021 alle 13:54:00

Cultura News Spettacoli

“Milano Bergamo”: arriva il nuovo singolo di Mietta

foto di Mietta
Mietta

«Ho sempre spaziato tra i generi più diversi sentendomi rimproverare che non avevo una mia identità. Adesso, paradossalmente, dopo tanti anni di carriera ho vinto io: una cifra mia che mi identifica ce l’ho e anche ben precisa: quella di non essere legata ad un genere». Lo ha rimarcato Mietta su “Milano Bergamo”, il nuovo brano per Dafra Music e distribuito da Artist First, già disponibile in digitale, on-line il videoclip ufficiale da mercoledì 21 luglio e in rotazione radiofonica da venerdì 23 luglio.

Dopo “Milano mi sono persa”, “Cloro” e “Spritz Campari”, ecco questo nuovo brano, scritto da Karin Amadori, Valerio Carboni e Vincenza Casati e prodotto artisticamente e arrangiato da Valerio Carboni. «Per questo, con felicità, negli ultimi mesi ho registrato brani “contemporanei”, come gli ultimi singoli usciti, che rappresentano un ulteriore nuovo stile col quale fare i conti», ha ribadito «Brani difficilissimi da scrivere – continua l’artista – perché diversi dagli altri di altri periodi storici, questi non sono destinati all’impegno sociale o a commuovere, ma destinati alla leggerezza, che ha pur sempre del valore». «“Milano Bergamo” è un brano concepito per dar spazio alla leggerezza che ha sempre il suo valore – prosegue Mietta – Le radio dettano e cambiano i gusti musicali del grande pubblico, non per una sorta di capriccio o esercizio del potere ma perché spesso riescono a percepire il bisogno di una popolazione ancor prima degli artisti».

La nostra Daniela è un fiume in piena. «Il mio mestiere, perché di mestiere si tratta, consiste nel trovare continui equilibri tra il mettersi al servizio del pubblico e fare ciò che mi piace – ha osservato – In questo periodo storico le canzoni più amate e trasmesse non sono né quelle sul sociale, nè quelle tese a commuovere, e ci sarà pure un perché che non sta a me spiegare, ma quelle per distrarsi». Il testo di “Milano Bergamo” parla di una relazione a distanza, di pendolarità. Gli autori sono stati fantastici riuscendo a rendere il testo non troppo esplicito ne didascalico in modo tale che ognuno ci possa ritrovare le emozioni e l’epilogo che preferisce.

Franco Gigante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche