22 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Settembre 2021 alle 18:59:00

Cronaca News

Covid-19, in Puglia aumenta l’incidenza dei nuovi contagi

foto di Emergenza Coronavirus
Emergenza Coronavirus

Il Covid non è finito. Aumenta l’incidenza dei contagi in Puglia: ieri giovedì 22 luglio in Puglia sono stati registrati 7.336 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 154 casi positivi: 33 in provincia di Bari, 27 in provincia di Brindisi, 10 nella provincia Bat, 32 in provincia di Foggia, 25 in provincia di Lecce, 22 in provincia di Taranto, 1 fuori regione, 4 casi attribuiti a provincia non nota. Non sono stati registrati decessi.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.804.129 test. 246.021 sono i pazienti guariti. 1.931 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 254.616, così suddivisi: 95.481 nella Provincia di Bari; 25.663 nella Provincia di Bat; 19.957 nella Provincia di Brindisi; 45.320 nella Provincia di Foggia; 27.314 nella Provincia di Lecce; 39.669 nella Provincia di Taranto; 836 attribuiti a residenti fuori regione; 376 provincia di residenza non nota. Intanto vaccini, prevenzione, ricerca e responsabilità sono gli assi principali su cui si è sviluppato il dibattito tra gli esperti intervenuti al convegno “Pandemie e varianti” organizzato dalla Asl Bari in Fiera del Levante. Temi attualissimi “cuciti” assieme dalle esperienze vissute sul campo e in laboratorio dai professionisti della Asl Bari, dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata, dell’Area Epidemiologia e Care Intelligence della Regione Puglia e dell’Università di Foggia.

E dal richiamo all’equità lanciato dal dr. Donato Greco, epidemiologo e componente del Comitato Tecnico Scientifico per l’emergenza Covid-19 del Ministero della Salute: “Oggi dobbiamo vaccinare il Globo – ha sottolineato – e la disparità geografica è il nemico del controllo delle pandemie: per ogni vaccinato in un Paese ricco serve un vaccino per un Paese povero”. Con un dato cruciale sull’efficacia della vaccinazione: “Per la delta siamo all’88% con due dosi – ha rimarcato Greco – e al 40 con una sola. Ora dobbiamo prepararci e attrezzarci per i rischi futuri per la salute globale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche