18 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Settembre 2021 alle 23:59:00

L’ingresso dell’ospedale Ss. Annunziata di Taranto
L’ingresso dell’ospedale Ss. Annunziata di Taranto

Riceviamo e pubblichiamo:

Ospedale Santissima Annunziata, 15 ore di attesa al pronto soccorso seduto su una sedia a rotelle tra caos e disagi vari; un anziano di 86 anni (mio padre) con versamento ai polmoni cardiopatico etc etc.. Un calvario di moltissima gente costretta ad attendere per ore il miracolo di essere visitata da personale medico. Sono solo due i medici a prestare servizio , stremati e oberati da un lavoro pesante e senza sosta. Troppi ritardi, troppe situazioni complicate di gente che rischia di morire se non presa in tempo. È increscioso, assurdo, impensabile che non ci siano medici in un pronto soccorso del genere che ogni giorno è al collasso più totale. Non ci sono nemmeno tamponi da fare pensate un pò, e poi si parla di prevenzione e di fermare il Covid. Hanno fatto il trucco e il parrucco alla struttura, ma il disagio di una vita sussiste, anzi è peggiorato.

Costruiscono il nuovo ospedale, ma con quale coraggio se non funzionano le basi di una sana sanità pubblica? Cosa si aspetta a bandire concorsi e a riqualificare il sistema dando più strumenti per la cura della salute pubblica? Un pronto soccorso dovrebbe essere veloce e basilare per la salute del cittadino, invece la carenza di medici porta a situazioni sempre più ingestibili. Il Ministero della Salute promuove e tutela la salute come diritto fondamentale dell’essere umano. La sottoscritta Antonella Tasso cittadina di questa città denuncia disagi continui per l’utente, maltrattato da un sistema sanitario impossibilitato a gestire la salute pubblica in quanto non hanno i mezzi e le condizioni per poter espletare il loro lavoro sul malato. Bisognerebbe usare il denaro pubblico in primis non per costruire un nuovo ospedale ma migliorare quelli esistenti. Il trucco e il parrucco non funziona se le ossa sono rotte.

Antonella Tasso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche