20 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Settembre 2021 alle 21:58:00

foto di Green Belt, più alberi in città
Green Belt, più alberi in città

Ancora più alberi in città. È uno degli obiettivi principali dell’amministrazione Melucci e del piano “Ecosistema Taranto”, che tra i progetti di punta prevede la realizzazione della “Green Belt”, una cintura verde che abbracci l’intero territorio urbano. «Oltre questa prospettiva – le parole dell’assessore Paolo Castronovi –, che prevede il popolamento delle aree non pavimentate con nuove piante, stiamo andando avanti anche con la manutenzione delle aree verdi esistenti e la sostituzione, al loro interno, degli alberi divenuti pericolosi con essenze non invasive».

In tal senso, tutti gli abbattimenti effettuati sono stati valutati da agronomi esperti, applicando rigidamente il regolamento del Verde Urbano e consultando il “catasto del verde” del quale l’ente si è dotato, dove è scritta la storia di tutti gli alberi cittadini. «Anche grazie alla valutazione visiva che abbiamo effettuato – ha spiegato l’agronomo Alessandro Mongelli –, abbiamo constatato la pericolosità di alcune piante con una forte propensione al cedimento, optando per il loro abbattimento. Ogni albero abbattuto, ovviamente, sarà rimpiazzato da uno nuovo». Nel contempo, Gli operatori dell’appalto comunale per la manutenzione del verde sono intervenuti in viale Ionio, in aree di competenza della Provincia di Taranto, per riportare decoro e pulizia soprattutto lungo i cigli stradali. «Si tratta di un intervento reso necessario dallo stato di incuria nel quale versavano queste aree – ha spiegato l’assessore all’Ambiente Paolo Castronovi –, pur non avendo diretta competenza abbiamo ritenuto necessario colmare le lacune della Provincia. Viale Ionio, oltre che dai tanti residenti, in questo periodo è particolarmente utilizzata da chi raggiunge le località balneari cittadine: un biglietto da visita che meritava maggiore attenzione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche