22 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Settembre 2021 alle 19:54:00

News Provincia di Taranto

Archivio urbanistico di Grottaglie, la rivoluzione digitale

foto di Archivio urbanistico di Grottaglie, la rivoluzione digitale
Archivio urbanistico di Grottaglie, la rivoluzione digitale

GROTTAGLIE – Rivoluzione digitale per gli archivi urbanisticoedilizi del Comune. Lo ha annunciato il sindaco Ciro D’Alò.

“È stata sottoscritta la convenzione, tra il Comune di Grottaglie ed il collegio Geometri e Geometri Laureati di Taranto finalizzato a supportare l’Ente nel progressivo riordino e dematerializzazione dell’archivio edilizio del Comune di Grottaglie – ha sottolineato il primo cittadino- il conseguimento degli obiettivi di digitalizzazione dell’Ente, sarà ottenuto mediante la cooperazione professionale di Geometri che, a rotazione semestrale secondo le esigenze dell’ufficio, saranno designati dal Collegio. Tra i geometri potranno essere designati i tirocinanti regolarmente iscritti nel Registro dei Praticanti per lo svolgimento di parte del periodo di formazione preordinato all’abilitazione. Con l’entrata in vigore della normativa così detta Eco/SismaBonus, mirata a conseguire obiettivi di riqualificazione energetica e sismica degli edifici esistenti, e di altre normative finalizzate al rilancio dell’edilizia ed al recupero del patrimonio edilizio esistente- ha continuato il sindaco D’Alò- vi è una crescente esigenza da parte dei tecnici liberi professionisti di acquisire la documentazione tecnico-amministrativa delle pratiche edilizie, riferite agli edifici interessati dagli interventi di progetto per le occorrenti verifiche ed asseverazioni di conformità e regolarità urbanistiche. Il Comune di Grottaglie possiede un archivio delle pratiche edilizie che, oltre a costituire uno strumento di lavoro per tecnici interni alla Pubblica Amministrazione e liberi professionisti, rappresenta anche un’importante fonte di informazioni storiche e conoscenze professionali relative alla concreta applicazione delle norme legislative e regolamentari in materia di edilizia.

È noto però che i processi di gestione cartacea dei documenti sono costosi, hanno un forte impatto ambientale e possono essere occasione di mancanza di trasparenza, di difficile condivisione e archiviazione, di elevati tempi di ricerca, di inevitabili errori ed anche di smarrimenti. Tale situazione è appesantita dalla ormai cronica insufficienza di personale dipendente del Comune, da destinare utilmente al reperimento della documentazione in archivio per il celere rilascio degli atti richiesti. Ciò determina un oggettivo rallentamento delle conseguenti attività tecniche da parte dei liberi professionisti richiedenti l’accesso ed estrazione di copie delle pratiche edilizie.

L’amministrazione comunale ha tutto l’interesse affinché si possa dare speditezza alle attività finalizzate alla migliore gestione e flessibilità degli archivi delle pratiche urbanistiche anche per le ricerche ricollegabili alla ristrettezza dei termini assegnati per le procedure edilizie di riqualificazione energetica e sismica del patrimonio edilizio, in coerenza con i vantaggi fiscali conseguibili dai cittadini mediante l’accesso in tempi utili a tali innovative e temporanee disposizioni normative. La sottoscrizione della convenzione- ha concluso il primo cittadino- risponde proprio all’urgenza ed alla necessità di procedere al riordino delle pratiche edilizie presenti nell’archivio comunale, al fine di poter riscontrare utilmente le richieste pervenute, ma anche nel conseguimento di una migliore accuratezza dei servizi tecnici erogabili a domanda da parte dei cittadini e liberprofessionisti che operano in ambito edilizio ed urbanistico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche