23 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Settembre 2021 alle 08:46:00

Basket News Sport

CJ Taranto, secondo colpo “under”: arriva Matteo Bonaccorsi

foto di Matteo Bonaccorsi
Matteo Bonaccorsi

Dopo Mehmedoviq arriva anche il secondo colpo tra gli “under” per il CJ Basket Taranto in vista del prossimo campionato di serie B 2021/2022.

Il sodalizio rossoblu è lieto di annunciare ufficialmente di aver ingaggiato il play Matteo Bonaccorsi, classe 2000. Si tratta oramai dell’ottavo tassello nel roster che a breve sarà a disposizione di coach Olive dopo i 5 precedenti nuovi arrivi tra i senior: Hugo Erkmaa, Alberto Conti, Giovanni Gambarota, Biagio Sergio, Riziero Ponziani, la conferma di Manuel Diomede e appunto l’apripista under, Fatih Mehemdoviq. Un cognome importante per il mondo del basket quello di Matteo, giovane di belle speranze, innamorato di questo sport e proveniente da una famiglia che vive a suon di pane e pallacanestro. Lo zio infatti è Claudio Bonaccorsi, giocatore di spessore nazionale e uno degli idoli di sempre della tifoseria di Livorno. Matteo, scuola Don Bosco, ha debuttato nell’anno 17/18 nei campionati senior (C Gold) giovanissimo. Successivamente approda alla Pielle Livorno dove gioca nell’anno 19/20 ancora in C Gold collezionando statistiche interessanti per un giovane under di 20 anni, con quasi 7 punti di media (con un massimo di 17 fatto due volte) in 23’ di utilizzo a gara, alternando partenze dalla panchina a partite dove viene schierato in quintetto.

Matteo lo scorso anno arriva in serie B alla Libertas Livorno, dove ha la possibilità di fare una esperienza importante, di crescere ancora facendo parte di un roster di alto livello per la categoria che riesce ad arrivare al traguardo della finale play off. Bonaccorsi è un giocatore duttile che può giocare due ruoli (play/ guardia) grazie ad una buona statura e ad una buona componente atletica. Giocatore che ha un tiro affidabile piedi per terra su gli scarichi ed è capace di mettere intensità su entrambe le metà campo. Buon primo passo sulle penetrazioni, dove ha una buona visione per gli scarichi, o dove riesce, grazie ad un fisico di categoria, ad arrivare anche al ferro con contatti. “L’obiettivo è quello di far bene. Nel basket, come nello sport in generale, non c’è mai certezza al 100% del risultato, ci sono tante varianti per il buon esito di una stagione, lo scorso anno siamo andati vicini a giocarci la finale per la promozione in A2. Proveremo a fare meglio, l’impegno della società, dello staff tecnico, e dei giocatori che abbiamo preso e stiamo prendendo, posso assicurare, che sarà massimale. È un CJ giovane, ad eccezione di Biagio Sergio” ha dichiarato nei giorni scorsi il direttore sportivo Vito Appeso. “Il girone D che ci aspetta sarà ancor più duro dello scorso anno. Sicuramente più lungo ed estenuante, a livello di regular season, visto che non ci sarà il sottogirone, e che ci saranno ben tre trasferte in Sicilia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche