22 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Settembre 2021 alle 09:59:00

foto di Il Palazzo di Città di Taranto visto dal mare
Il Palazzo di Città di Taranto visto dal mare

Con l’obiettivo di favorire la nascita di attività innovative e imprenditoriali nel territorio pugliese, Tondo, organizzazione internazionale operante nel settore dell’economia circolare, annuncia l’organizzazione del prossimo appuntamento di Rethink Circular Economy Forum che si terrà a Taranto il 28 e 29 settembre 2021.

Si tratta di un grande evento in modalità mista sia in presenza fisica e sia online. Tra i partner il Comune di Taranto e l’associazione Ets Eurota, partner territoriale di Tondo per Re-think Circular Economy Forum nella città dei due mari, Fondazione Its Logistica ed Epm Servizi. Protagonista indiscussa sarà l’economia circolare. Nello specifico verranno trattate tematiche centrali per il territorio tarantino come la transizione energetica e le energie rinnovabili, la gestione ambientale e dei rifiuti e i porti circolari. Verranno infatti raccontati i trend emergenti e le tecnologie che utilizzano nuove fonti energetiche pulite, che trasformano i porti in luoghi dove implementare l’economia circolare, e che permettono il recupero dell’ambiente e dell’ecosistema, la gestione dei rifiuti derivanti plastiche e pneumatici e la produzione di bioplastiche dagli scarti organici.

«Abbiamo subito individuato una connessione importante – spiega il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci – tra le attività di Tondo e dell’associazione Eurota e i principi del nostro piano di transizione energetica, economica ed ecologica “Ecosistema Taranto”. Per questo non abbiamo avuto dubbi sulla possibilità di essere partner di questa iniziativa, che per alcuni versi descrive il percorso che Taranto sta già compiendo». La modalità di realizzazione dell’evento, come detto, sarà mista. Gli speaker, i principali stakeholder e un pubblico ristretto saranno infatti in presenza, mentre il grande pubblico potrà accedere da remoto. Tantissimi ospiti d’eccezione, da enti e istituzioni, ad aziende, startup e università che interverranno portando la loro visione e testimonianza circa le varie progettualità messe in campo a supporto della transizione verso una maggiore circolarità.

Main sponsor dell’iniziativa è Eni, società integrata dell’energia impegnata nella transizione energetica con azioni concrete per raggiungere la totale decarbonizzazione di prodotti e processi entro il 2050. Grazie alla presenza storica nel territorio, l’azienda ha instaurato importanti rapporti con il tessuto sociale, mettendo a disposizione conoscenze e risorse, in linea con la vocazione del territorio, per dare voce alle sue innumerevoli potenzialità. Non solo testimonianze del panorama italiano, infatti durante la due giorni, aziende, startup e altre istituzioni europee arricchiranno il forum, raccontando i loro progetti innovativi all’interno delle diverse sessioni dell’evento. «Abbiamo subito accolto con entusiasmo l’invito a realizzare Rethink a Taranto da parte del Comune di Taranto. A Re-think Taranto stiamo dedicando energia e passione – commenta Francesco Castellano, founder e presidente di Tondo – e siamo felici ed orgogliosi di questo progetto».

«Taranto ha un forte bisogno e incredibili potenzialità per una ripartenza circolare e Tondo vuole sicuramente affiancare e supportare questo percorso» conclude Francesco Fumarola, co-founder di Tondo. Rethink sarà un’importante occasione di networking per accorciare le distanze tra il tessuto produttivo locale, nazionale e internazionale. Il percorso verso l’economia circolare può avvenire in maniera efficace e fluida solo mettendo a fattore comune le conoscenze, competenze e le best practice al fine di riconvertire il sistema produttivo verso una maggiore sostenibilità e circolarità. Con il contributo di Eni, coprotagonista nell’organizzazione del primo Re-think a Taranto, Tondo sta portando avanti anche ulteriori attività da realizzare in parallelo all’evento tra cui un Hackathon rivolto agli studenti universitari del territorio pugliese e una Innovation Call rivolta alle startup e scale-up che operano sul territorio pugliese, nonché sta lavorando anche a un progetto di formazione indirizzato alle scuole medie e superiori per divulgare i principi dell’economia circolare e sviluppare workshop specifici con gli insegnanti e gli studenti per far nascere possibili progetti da implementare sul territorio tarantino.

Partner di Re-think sarà anche Its Logistica Puglia, academy di alta specializzazione scientificotecnologica nata proprio a Taranto nel 2015. “Sin dal primo giorno abbiamo scommesso su ricerca e formazione a supporto di nuove economie per il territorio» spiega Silvio Busico, presidente della Fondazione Its Logistica. «Logistica e mobilità sostenibile non solo sono ingranaggio fondamentale del complesso meccanismo delle economie circolari – chiarisce il neoeletto rappresentante della filiera in seno al Sistema Its Italia – ma anche il terreno ideale per l’innovazione di processo mediante digitalizzazione e intelligenza artificiale. Ciò ci ha permesso di stimolare l’autoimprenditorialità dei più giovani e accelerare negli anni numerose start-up. Abbiamo così toccato con mano quanta energia positiva possano iniettare nel territorio quell’innovatività e quella creatività che incarnano alla perfezione lo spirito di Re-think».

Anche il quarto evento Re-think ha come partner Epm Servizi che, come dichiara il consigliere delegato Carmine Esposito, contiene importanti sfide e opportunità per il nostro sistema economico del Sud Italia ed in generale per il mondo produttivo in termini di sostenibilità. Al momento Re-think Taranto ha già ottenuto il patrocinio da: Ministero della Transizione Ecologica, Regione Puglia, Provincia di Taranto, Anci, Confindustria Taranto, Autorità Portuale del Mar Jonio, Confapi Industria Taranto, Ordine degli ingegneri di Taranto, Università degli Studi di Bari, Politecnico di Bari, Università Lum Giuseppe Degennaro, Università degli Studi di Foggia e Università del Salento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche