23 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Settembre 2021 alle 10:41:00

foto di I cinquant’anni della Fidapa di Taranto
I cinquant’anni della Fidapa di Taranto

Cinquant’anni è una bella età per un’associazione. Tanti ne ha compiuti la sezione di Taranto della FIDAPA (Federazione Italiana Donne Arti, Professioni, Affari) che ha attraversato mezzo secolo di storia con coerenza, fedele all’ideale della BPW (Business Professional Women) Internazionale, l’Associazione fondata nel 1920 negli Stati Uniti da Lena Madesin Phillips (e da anni ormai presente nello Stato consultivo dell’ONU), per diffondere i valori dell’amicizia e della solidarietà femminile senza frontiere e senza barriere ideologiche, e per vedere riconosciuti i diritti di tutte le donne all’emancipazione culturale ed economica e alla possibilità di intraprendere qualsiasi carriera realizzando il personale progetto di vita negli ambiti familiari e lavorativi.

La Fidapa di Taranto è una sezione ormai storica. La fondò nel 1971 Maria Scarcella Padovano (indimenticabile artista e docente di Disegno e Storia dell’Arte, nonché promotrice del Liceo Artistico di Taranto) ed è arrivata a questo importante traguardo con Rosalia Bevilacqua Barnaba che è stata la Presidente in questo ultimo e difficile biennio funestato dalla pandemia. Nei giorni scorsi, al Nautilus, sono stati ben due i compleanni festeggiati dalle fidapine: i cinquant’anni della Fidapa di Taranto e i novant’anni di una socia fondatrice ad alto indice di gradimento e cioè la preside Franca Schembari Giraldi, già Preside del Liceo Classico Archita e Presidente del sodalizio dal 1983 al 1986. Rosalia Bevilacqua ha fatto coincidere la festa dei compleanni con la tradizionale “Candle Night”, la Notte Internazionale, durante la quale vengono accese le candele bianche, che rappresentano le Federazioni fondatrici della BPW Internazionale (Stati Uniti d’America, Regno Unito, Canada, Italia, Francia, Austria), e le candele blu che rappresentano i Club associati.

foto di I cinquant’anni della Fidapa di Taranto
I cinquant’anni della Fidapa di Taranto

Alla cerimonia hanno partecipato la Vice Presidente nazionale Fiammetta Perrone Inguscio, che ha portato i saluti della Past Presidente Nazionale Eufemia Ippolito (Executive Finance Officer BPW International), e la Presidente del Distretto Sud Est Anna Maria Elvira Musacchio Campanelli. Era presente anche la Presidente Fidapa di Massafra Margherita Ramunno Santoro con la Past Presidente Anna Antonicelli Albanese. Sia Fiammetta Perrone che Anna Maria Musacchio si sono congratulate con la Presidente Rosalia Bevilacqua per il lavoro svolto generosamente in questi due anni di presidenza, e hanno ricordato l’orgoglio dell’appartenenza, prima di tutto a un’Associazione importante qual è la Fidapa- BPW Italy, e specificamente al Distretto Sud Est e al sodalizio di Taranto che si è sempre distinto per la presenza attiva in difesa dei diritti delle donne e della qualità della vita. Un pensiero speciale è stato rivolto alle donne afghane, vittime di un regime antidemocratico che minaccia i più elementari diritti, a cominciare da quello dell’istruzione e della libertà. Infine, auguri a Franca Schembari. A lei le socie hanno donato un gioiello ispirato agli Ori di Taranto, segno di affetto e gratitudine per il suo impegno svolto in tutti questi lunghi anni a favore delle donne, della cultura e della Scuola, sempre con intelligente e autentico spirito di servizio.

Prima di celebrare la “Candle Night” con tradizionale convivio, le socie fidapine si sono riunite in Assemblea, alla presenza della Presidente distrettuale Anna Maria Musacchio, per eleggere il direttivo del prossimo biennio 2021-2023. Il direttivo, eletto all’unanimità, risulta così composto: Presidente José Minervini, Vice Presidente Grazia La Neve Sferrazzo, segretaria Connie Barnaba, tesoriera Cinzia Rizzo Poretti, Past Presidente Rosalia Bevilacqua Barnaba. Consigliere Clara Conte Minervini, Franca Schembari Giraldi e Mariangela Tarantino Introcaso. Revisori dei conti: Maria Fazio Arcuri, Rosa Carucci Gigante e Annamaria Pisarra Nicolò. Il passaggio delle consegne avverrà il prossimo autunno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche