23 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Settembre 2021 alle 10:41:00


Il Covid Hospital Moscati di Taranto

Nella giornata di ieri in Puglia sono stati individuati 284 nuovi casi su 13.465 test per l’infezione da Coronavirus. Si registra un decesso, mentre il tasso di positività è del 2,1%, stabile rispetto alle 24 ore precedenti (2,19%). Su un totale di 4.547 persone attualmente positive in Puglia, 228 (+ 11 rispetto al giorno precedente) sono ricoverate in area non critica, 24 (-1 rispetto al giorno preceddente) in terapia intensiva.

Dei nuovi casi individuati ieri, 67 sono in provincia di Bari, 30 nella provincia Barletta-AndriaTrani, 40 in provincia di Brindisi, 60 in provincia di Foggia, 70 nel Leccese, 16 nel Tarantino. Due casi riguardano residenti fuori regione, mentre per un altro caso la provincia è in definizione. La Puglia, da parte sua, ha la migliore copertura vaccinale in Italia tra gli over 50: è quanto si evince dal monitoraggio settimanale della fondazione Gimbe.

Solamente l’8,2% dei residenti non ha ricevuto nemmeno una dose di vaccino anti Covid, contro una media nazionale del 12,9%. Complessivamente, la popolazione che ha completato il ciclo vaccinale è pari 64,8% (media Italia 61,9%) a cui aggiungere un ulteriore 9,1% (media Italia 8,6%) solo con prima dose. Dunque il 73,9% dei pugliesi è vaccinato. Tra gli adolescenti e i ragazzi tra 12 e 19 anni, invece, il 41,7% non ha ricevuto nemmeno la prima dose, la media italiana è del 46,9%: fanno meglio solo Sardegna, Molise, Basilicata e Abruzzo. Ad ogni buon conto, aumentano ancora i contagi Covid nella nostra regione, ma negli ospedali l’occupazione dei posti letto resta ancora distante dalle soglie critiche individuate dal governo per il passaggio in zona di rischio gialla. Nella settimana dal 18 al 24 agosto, secondo il monitoraggio settimanale della fondazione Gimbe, si registra un peggioramento del numero dei pugliesi “attualmente positivi per 100.000 abitanti”, che sale a 116; e si evidenzia un aumento dei nuovi casi: +7,5% rispetto alla settimana precedente. Sotto soglia di saturazione i posti letto in area medica (8%) e terapia intensiva (5%) occupati da pazienti Covid-19.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche