18 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Settembre 2021 alle 21:07:14

foto di La chiesa San Francesco De Geronimo di Grottaglie
La chiesa San Francesco De Geronimo di Grottaglie

GROTTAGLIE – Al via i festeggiamenti in onore di San Francesco De Geronimo. La festa patronale anche quest’anno assume una connotazione particolare per via della pandemia tuttora in corso, come spiega il parroco della chiesa madre Collegiata Maria SS.ma Annunziata don Eligio Grimaldi: “viviamo tempi difficili ma non dobbiamo arrenderci. La difficoltà del momento, al contrario, deve costituire per tutta Grottaglie un motivo in più per rafforzare e intensificare la fede e la nostra devozione, rendendo grazie e lode al Signore per il dono della comunità di cui siamo parte (….).

Per ragionevoli motivi di prudenza vivremo questi giorni vincolati dalle restrizioni, ma conservando nel nostro animo l’entusiasmo e la gioia di manifestare la nostra fede e il nostro devoto ringraziamento”. Anche se non sarà possibile lo svolgimento della solenne processione, in effetti non mancheranno in collegiata, pur nei limiti imposti dalla situazione, i vari momenti religiosi, come pure alcuni attesi appuntamenti culturali. La programmazione, infatti, prevede giovedì 26 agosto Traslazione delle Venerate immagini della Vergine SS. della Mutata e di San Francesco De Geronimo dal monastero di Santa Chiara alla Chiesa Madre.

Dal 27 agosto al 4 settembre, alle ore 19: Chiesa Madre. Solenne Novenario in onore della Vergine SS.ma della Mutata e di S. Francesco De Geronimo, predicato dai sacerdoti: venerdì 27 agosto: sac. Andrea Casarano, parroco Santa Maria della Croce di Montemesola. Sabato 28 agosto: padre Salvatore Palmino, parroco di San Francesco di Paola. Ore 21: Concerto all’Organo rinascimentale del M° Stefano Pellini (Modena) a cura del Festival Organistico Salentino. Domenica 29 agosto: sac. Eligio Grimaldi, parroco Collegiata Mario SS. Annunziata. Ore 21: Santuario San Francesco De Geronimo. Suggestioni dall’Opera lirica. Carmela Apollonio (soprano) e i suoi studenti. Conservatorio “N. Rota” – Monopoli.Lunedì 30 agosto: sac. Antonio Fina, parroco SS.mo Sacramento. Martedì 31 agosto: sac. Emidio Dellisanti, parroco Madonna delle Grazie. Mercoledì 1 settembre: mons. Luca Lorusso, parroco Maria SS.ma del Rosario.Giovedì 2 settembre: sac. Ciro Monteforte e sac. Franco Spagnulo, Rettoria Madonna di Pompei e Santurario S. Francesco De Geronìmo. Ore 21.00: Santuario San Francesco De Geronimo. Ribalta Giovani. Conservatorio “N. Rota” – Monopoli. Venerdì 3 settembre: sac. Giovanni Longo, Parroco S. Maria in Campitelli. Sabato 4 settembre: sac. Ciro Santopietro, parroco Maria SS. del Monte Carmelo. Ore 20 : Chiesa Madre, Presentazione dell’opera dell’arciprete F.A. Caraglio “Clypeus adversus Martinesium praetensiones” (1650) edita a cura di Rosario Quaranta. Relatore: Vittorio De Marco, prof. ordinario dell’Università del Salento. Intermezzo all’organo rinascimentale del M° Nunzio Dello Iacovo.

Domenica 5 settembre: Solennità dì San Francesco De Geronimo Patrono Principale della Città di Grottaglie. ore 19: Solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta da Mons. Filippo Santoro, Arcivescovo Metropolita di Taranto. “Anche quest’anno – ricorda don Eligio Grimaldi – la programmazione religiosa e civile dei festeggiamenti è stata fatta con la collaborazione di vari enti, istituzioni e personalità, come segno di particolare unità di intenti nel rendere il dovuto attestato di amore e di onore a San Francesco De Geronimo.

Le varie iniziative, infatti, coinvolgono nella novena tutte le parrocchie e gli istituti religiosi. Devo ricordare e ringraziare anche il sostegno che, oltre all’Associazione “San Francesco e San Ciro nostri patroni”, al “Comitato festeggiamenti Patronali” e al Comune di Grottaglie, offre la “Pluriassociazione S. Francesco De Geronimo” guidata dal dott. Ciro De Vincentis, per l’effettuata impegnativa revisione del prezioso organo rinascimentale che ci consente anche quest’anno di organizzare la seconda rassegna organistica, e di promuovere altri concerti. Da segnalare infine, la pubblicazione, voluta dalla medesima Pluriassociazione dell’opera storica dell’arciprete Francesco Antonio Caraglio “Clypeus adversus Martinensium praetensiones” (1650) sulla famosa disputa relativa alla precedenza tra le Collegiate di Grottaglie e di Martina”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche